PROVINCIA “In data odierna è stato eseguito il dissequestro di nuova opera idraulica posta a tutela dell’incile del fiume Marta sul lago di Bolsena (il più grande del Lazio ed il quinto in Italia, con 114 Kmq di superficie e un perimetro di 43 Km, 305 m s.l.m. e una profondità massima di 151 m., il più grande lago di origine vulcanica d’Europa), che deve esser con precisione definita solo diga frangiflutti e non molo per non creare equivoci tali da indurre nell’errore che possa esser utilizzata per attracchi, banchina lunga 267 metri.

Il sequestro preventivo fu concesso su provvedimento del Tribunale del riesame di Viterbo e, nei giorni scorsi la Polizia giudiziaria operante, Guardia di Finanza, Stazione Navale di Civitavecchia e che oggi sta eseguendo il dissequestro, ha relazionato sulla rimozione di bitte ed attracchi illegittimamente, posti sulla banchina, nonché sulla asportazione dei c.d. “corpi morti”.

In tal senso in corso di procedimento è stato emesso provvedimento della Regione Lazio che ribadiva la finalità unica dell’opera. Ovviamente l’opera non potrà esser utilizzata per far accostare natanti”.

Paolo Auriemma
Procuratore della Repubblica
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email