GRAFFIGNANO – A Graffignano, i carabinieri della compagnia di Viterbo, hanno tratto in arresto un cittadino albanese di trenta anni, per esecuzione di una misura cautelare degli arresti domiciliari dovendo espiare due anni di pena per precedenti reati.

Dai successivi accertamenti informativi e fotodattiloscopici di profondità, eseguiti dai carabinieri della compagnia di Viterbo, è risultato che il fermato in passato aveva utilizzato altre identità, “alias” , e con quella identità falsa era ricercato per essere arrestato per immigrazione clandestina, perché già espulso nel 2015 dalla prefettura di Pescara.

Al termine delle procedure di rito il ricercato è stato sottoposto quindi agli arresti domiciliari per il duplice reato

Commenta con il tuo account Facebook