VITERBO – La stagione estiva ormai volge al termine e il Comando della Compagnia Carabinieri di Montefiascone traccia un primo rendiconto dell’attività svolta dalla dipendente Motovedetta che quotidianamente opera sul lago di Bolsena, unico presidio permanente (anche durante l’inverno) nelle acque interne dell’Alta Tuscia.

Svariate le funzioni attribuite all’equipaggio, a partire dalla tutela del paesaggio sino al rispetto delle norme sulla navigazione, ma sempre al fine di assicurare a bagnati e pescatori la corretta e sicura fruizione dell’affascinate lago vulcanico più grande d’Europa. In particolare, a partire dall’inizio della bella stagione, sono state effettuate 550 ore di attività nautica di pattugliamento costiero, controllate 150 imbarcazioni, elevate 25 contravvenzioni al Codice della Navigazione di cui 4 sulla pesca ed operato un sequestro amministrativo di una boa di segnalazione posizionata in maniera non regolamentare. Rilevante è stato il contributo dei militari durante le numerose manifestazioni sportive che anche quest’anno si sono svolte in acqua (triathlon, regate, ecc.) sempre presenti con compiti di ordine pubblico ed assistenza.

Altrettanto fattiva è stata la collaborazione con gli altri enti per il delicato servizio di interdizione di un predefinito specchio di acqua durante l’air show, evento che ha visto esibirsi la Pattuglia Acrobatica Nazionale. Infine primaria importanza assume il servizio di salvataggio, anche per i repentini mutamenti climatici, diverse sono state le imbarcazioni recuperate e numerose le persone a bordo soccorse. L’ultimo intervento proprio lo scorso lunedì, quando i Carabinieri mettevano in salvo una imbarcazione da diporto con a bordo una donna che, a circa 2 miglia nautiche dalla costa, a causa di un’avaria all’apparato motore era alla deriva.

Francesco Berni

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email