VITERBO – Ha rubato preziosi dalla casa della ex ma viene individuato e denunciato dagli uomini della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Viterbo.

L’episodio, come riportato in comunicato della Polizia, si è verificato nei giorni scorsi quando è stato segnalato un furto in un appartamento ove era stata svuotata la cassaforte, contenente gioielli per circa 70.000 euro, nonché un computer portatile e borse di alta moda. La proprietaria rappresentava che era stata assente per una settimana e rientrando aveva constatato l’effrazione.

Immediatamente la Squadra Mobile metteva in atto una specifica e capillare attività investigativa, condotta anche attraverso l’acquisizione di prove testimoniali.

Le indagini venivano indirizzate subito sull’ex fidanzato della donna, in quanto la porta di ingresso dell’appartamento non presentava forzature e anche perché lo stesso, come dichiarato dalla vittima, era ancora in possesso di una copia delle chiavi.

Inoltre, dai riscontri raccolti nell’immediatezza del fatto, i poliziotti constatavano che l’uomo, tre giorni prima, era stato notato uscire dallo stabile, con dei bagagli.

Messo alle strette dalle evidenti contestazioni il soggetto finiva per ammettere le sue responsabilità e consentiva di recuperare l’intera refurtiva, che era stata occultata in un’abitazione sita nella provincia di Frosinone, poi restituita alla legittima proprietaria. L’uomo, dopo le formalità di rito , veniva, quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Prosegue senza sosta l’attività della Squadra Mobile della Questura per prevenire e reprimere ogni illegalità.