Polizia

Nella mattinata del 26 ottobre, gli uomini della Polizia di Stato della  Squadra Mobile della Questura di Viterbo hanno tratto in arresto  un cittadino straniero di 34 anni,  in  esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Viterbo.

L’ indagine era scaturita da una segnalazione del locale Pronto Soccorso che aveva sottoposto una giovane donna al “Percorso Rosa”, previsto per le vittime di violenza domestica, al termine del quale era sta giudicata guaribile in giorni 30 per frattura del setto nasale e di due costole. 

Gli accertamenti del personale della Squadra Mobile, specializzato nel trattare i reati di violenza di genere, permettevano di rilevare che la vita domestica era costellata da numerosi episodi di violenza che l’uomo, da circa un anno, perpetrava nei confronti della donna.

Tra i numerosi episodi esaminati, se ne riscontravano alcuni di una violenza indicibile, che avevano portato la donna a subire in diverse occasioni anche violenza sessuale, dopo che il compagno l’aveva picchiata brutalmente.

Al termine delle indagini, suffragate, oltre che dall’audizione della vittima, anche da diverse testimonianze, la Procura della Repubblica condividendo appieno le risultanze investigative, chiedeva al GIP del Tribunale di Viterbo l’emissione nei confronti dell’uomo della Misura della Custodia Cautelare in Carcere, che veniva prontamente eseguita dagli uomini della Squadra Mobile, che mettevano così fine alla triste vicenda.