VITERBO – Nella mattinata di ieri, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viterbo, avuta la segnalazione che presso la tabaccheria T.T. Tabacchi sita in via Della Ferrovia n.4 era in atto una rapina da parte di un giovane armato, si sono prontamente recati sul posto accertando che poco prima un giovane sconosciuto entrato all’interno dell’esercizio commerciale, brandendo un grosso coltello da cucina, bloccava l’esercente puntandole al fianco sinistro l’arma e le intimava di consegnargli l’incasso della giornata.
Il malvivente riusciva ad aprire la cassa e prelevare la somma in contanti di circa 600 euro che riponeva in un suo marsupio e dopo aver minacciato ancora la donna si allontanava lungo la via della Ferrovia.

I militari, giunti nell’immediatezza grazie alla tempestiva chiamata da parte della vittima, si sono immediatamente messi alla ricerca del rapinatore, lo rintracciavano e raggiungevano all’interno di un condominio della vicina via Acerbi, nei pressi di un sottoscala dove si era rifugiato, sorprendendolo con ancora in mano il grosso coltello usato per la rapina. I militari lo bloccavano immediatamente e dopo averlo disarmato, sequestrando l’arma servita a compiere il delitto, recuperavano l’intera refurtiva che veniva restituita al titolare della tabaccheria..

Il giovane di anni 27 in trasferta a Viterbo da Acilia (Roma), era giunto nella Tuscia in treno per commettere la rapina e poi tornare al luogo di residenza. L’autorità giudiziaria ne ha disposto il trasferimento presso il carcere di Mammagialla, in attesa dell’udienza di convalida.

Al vaglio degli operanti le telecamere della zona al fine di appurare se lo stesso era in compagnia di complici o se avesse messo a segno colpi simili in passato. Pare al momento che fosse un di rapinatore solitario.