Chi ha una seconda casa è destinato ad avere solo spese vive o anche a poter avere qualche piccolo introito? Ovviamente dipende tutto da dove è situata la casa. Oggi come oggi si può ancora, sebbene non nei medesimi termini di alcuni anni fa, parlare di investimento nel mattone. Acquistare una casa e adibirla, per esempio, a casa vacanze da affittare, può essere ancora una mossa vincente. Certo, scordiamoci gli introiti di tempo addietro, tuttavia non perdiamo di vista questa possibilità.
Chi invece volesse tentare questo investimento cosa deve fare? Se non possiede una seconda casa il primo passo è quello di acquistarla, magari valutando i mutui bnl o di altro ente erogatore (dettagli su http://www.calcoloratamutuo.org/guida/bnl), poi decidendo la zona migliore dove acquistare. La scelta dovrà ricadere non solo nella località dove l’immobile è venduto al prezzo più conveniente, ma soprattutto nella località che può garantire un migliore ritorno dell’investimento. Questo significa, in buona sostanza, che la casa da acquistare deve trovarsi, se intendiamo utilizzarla come casa vacanze, in una località turistica gettonata.
Ottima la scelta delle località balneari più frequentate. Una casa in Sardegna, così come in Toscana, Puglia, Sicilia, garantisce un buon ritorno dell’investimento. Soprattutto negli ultimi tempi, infatti, in queste regioni il turismo ha segnato una ripresa considerevole. A questo punto si potrà anche valutare la località col miglior prezzo di vendita al metro quadro. Anche le case in montagna hanno ultimamente riscontrato un forte gradimento. Il turismo montano, sia invernale che estivo, ha nuovamente preso quota.
Per quanto riguarda la situazione del turismo in Tuscia, oltre alle bellezze di Viterbo, ad attirare il turista sono gli altri piccoli borghi come Civita Castellana, Sutri e le zone costiere che hanno segnato punti positivi in quest’estate.
Una volta scelta la località dove s’intende acquistare cosa bisogna fare? Ovviamente conoscere l’attuale normativa vigente che regolamenta questo settore chiedendo tutte le informazioni legali e fiscali al proprio consulente di fiducia. In buona sostanza ci si deve accordare tra le parti e mettere nero su bianco richieste e offerte. Normalmente ci si deve registrare su una scheda di Pubblica sicurezza e si deve rilasciare ricevuta al momento del saldo da parte dell’affittuario.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email