Il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università della Tuscia sarà presente con diverse iniziative ad EIMA International, l’Esposizione Internazionale di Macchine per l’Agricoltura e il Giardinaggio che si terrà a Bologna dal 7 all’11 novembre.

E’uno dei più importanti eventi del settore a livello mondiale e quest’anno prevede al suo interno uno spazio denominato EIMA Campus. Si tratta di una sezione dedicata all’importante connubio tra realtà produttiva e mondo della ricerca, con gli obiettivi di sostenere le aziende nello sviluppo di prodotti e servizi innovativi, di agevolarle nell’accesso a laboratori e strumentazioni e disporre di risorse umane altamente qualificate.

EIMA Campus, realizzata in collaborazione con l’Associazione italiana di ingegneria agraria (AIIA), è rivolta anche agli studenti che potranno seguire le presentazioni e le lezioni dei più importanti atenei meccanico-agricoli italiani.

In questo ambito, tra i seminari in programma, vi sono quelli tenuti dal professor Massimo Cecchini su “Ergonomics for agricultural machinery and post-harvest technologies” e “Technological developments for the efficiency and safety of operating machines” e dal professor Andrea Colantoni su “Agricultural engineering for renewable energy”.

I docenti del Dafne saranno inoltre protagonisti del workshop “Innovazioni nel settore agrario e forestale per la sostenibilità energetica” organizzato all’interno di EIMA Energy.

Il workshop presenterà alcune attività che il dipartimento sta portando avanti nell’ambito del progetto “Dipartimenti di eccellenza” SAFE-Med “Sostenibilità dei sistemi agrari e forestali in ambiente mediterraneo in un contesto di cambiamento globale (Global Change)”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email