VITERBO – Canone Rai: la Upav Servizi, società del sistema CNA, è tra i soggetti abilitati alla presentazione della dichiarazione sostitutiva di non detenzione dell’apparecchio ai fini dell’esonero dal pagamento.

 

Il canone di abbonamento alla televisione per uso privato sarà addebitato da quest’anno, come è noto, sulla fattura per la fornitura di energia elettrica nel luogo di residenza anagrafica. Nei giorni scorsi, l’Agenzia delle Entrate ha predisposto il modello di dichiarazione sostitutiva, da utilizzare qualora nessun componente della famiglia possieda l’apparecchio televisivo.

 

E qui entra in gioco la CNA, perché, attraverso la Upav Servizi, riconosciuta intermediario abilitato, può farsi carico di questo adempimento. I termini per l’invio telematico scadono il 10 maggio.

 

Si ricorda che le imprese, nel caso di possesso di apparecchi radio o tv presso la propria attività, pagheranno il canone secondo le modalità tradizionali. Per maggiori informazioni, è possibile contattare la CNA al numero verde 800-437744.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email