C’è amarezza e rabbia nei commercianti del centro storico, che ieri sera hanno iniziato ad affiggere locandine polemiche  sulle vetrine dei negozi.  I commercianti si tanno riunendo per fare squadra e decidere tutti insieme una linea comune da seguire per sensibilizzare gli amministratori della Città circa gli interventi da attuare per rilanciare Il centro storico.

“Le luminarie natalizie- dicono- non bastano, anche se danno un po’ di luce (ndr, fredda e non certo bella)”., L’intenzione dei commercianti è di partire con una petizione: i gestori delle attività nel Centro vogliono portare la questione in Consiglio Comunale.

La gente è scappata via dal Centro– ci spiega la proprietaria di un negozio  – non essendoci parcheggi, ed avendoli addirittura ridotti, tutti si sono rifugiati negli ipermercati. Nel centro di Viterbo, quando partono  le chiusure natalizie,  record di incassi nei centri commerciali. Che coincidenza, vero? Mentre le nostre casse fanno record negativi! Mai come quest’anno”.

A causa dell’assenza o riduzione dei  parcheggi hanno chiuso  diverse attività.. Qui rischiamo di fare tutti la stessa fine”.  Non si sentono compresi i commercianti . Sentono che certe decisioni, che passano sulla loro testa, rischiano di travolgere le loro vite come un caterpillar.

Vorremmo che gli amministratori si sedessero con noi a discutere– affermano in corso – Non siamo interessati a metterci contro qualcuno. Vogliamo solo aiutare questa amministrazione a capire le problematiche che ci stanno angosciando”. “Si tratta anche di un’emergenza occupazionale” – puntualizzano alcuni .

 

G.Z.

 

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email