Il progetto “Castro: una citta, tante storie”: tecnologie innovative per scoprire uno dei tesori meno noti del Lazio, grazie a fondi europei e investimenti privati.

Il Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) è uno strumento della politica di coesione dell’Unione Europea, che intende contribuire a ridurre le disparità esistenti fra i diversi livelli di sviluppo delle regioni UE, e migliorare il tenore di vita in quelle meno favorite; un’attenzione particolare è rivolta alle aree che presentano gravi e permanenti svantaggi naturali o demografici, come quelle più settentrionali, insulari, transfrontaliere e di montagna, e con densità di popolazione molto bassa.

In Italia, è l’Agenzia per la Coesione Territoriale del Ministero per il Sud, a promuovere lo sviluppo economico e sociale dei territori, rafforzando l’azione di programmazione, coordinamento, sorveglianza e sostegno della politica di coesione, accompagnando l’attuazione dei programmi e la realizzazione dei progetti, la cooperazione delle istituzioni, e le partnership strategiche tra i soggetti coinvolti, al fine di eliminare il divario territoriale all’interno del Paese.

La Regione Lazio ha attuato questa opportunità con l’Avviso pubblico “l’Impresa fa Cultura”, del valore di oltre 8,5 milioni di Euro, di cui più di 6,5 milioni di contributi da fondi comunitari, nazionali e regionali, integrati dagli investimenti di 65 imprese, che hanno presentato 48 progetti: 25 nella provincia di Roma, 6 in quella di Viterbo, 4 in provincia di Rieti, 3 in quella di Frosinone, 2 in quella di Latina, e 8 che interessano più province, per valorizzare i Luoghi della Cultura attraverso le nuove tecnologie.

Musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici e complessi monumentali del Lazio: l’obiettivo è rendere questi luoghi più accessibili, promuovere la conoscenza di tutto il territorio regionale e, attraverso l’indotto, anche stimolare le economie locali, con progetti innovativi di micro, piccole e medie imprese, singole o aggregate, che con l’utilizzo di piattaforme informatiche, App, Realtà Virtuale, Web Tv, Gaming, spettacoli interattivi, ologrammi e ricostruzioni 3D, possano far conoscere un patrimonio culturale enorme a un pubblico di tutte le età, con particolare attenzione alle persone con disabilità.

In provincia di Viterbo, il progetto “Castro: una citta, tante storie”, permetterà di scoprire un sito straordinario e sconosciuto, che ospita i resti di una città Rinascimentale, sorta accanto a una necropoli Etrusca per volere da un Papa, e fatta radere al suolo da uno dei suoi successori; e di visitare con l’ausilio di emozionanti realizzazioni multimediali il vicino Museo Civico di Ischia di Castro, che narra la storia dell’area, a partire dalla Preistoria.

Il progetto, individuato dal Codice Unico F74B20000110007, è realizzato nell’ambito del Programma Operativo Regionale del Lazio 2014-2020, che attua la Misura 331, Azione B, del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, ed è finanziato per un importo totale di 249.991,61 Euro, dei quali 199.993,28 Euro di fondi pubblici, e la restante quota sottoscritta dalle Aziende partecipanti.