E’ stato un weekend all’insegna dello sport, dell’amicizia e dell’inclusione. Tante le emozioni per i giovani coraggiosi velisti di Federdiabete Lazio che sono stati i protagonisti del progetto “Oltre vela: Dolci Marinai”.

E’ stato un progetto davvero importantespiega la Presidente di Federdiabete Lazio Lina Delle Monachenon solo da un punto di vista scientifico, ma, soprattutto, perché abbiamo avuto la conferma che la vela fa bene al corpo e all’anima e, soprattutto, può essere uno strumento di crescita per ragazzi che hanno delle fragilità ma che hanno dimostrato, in questi giorni, di avere tanto coraggio e di saper superare i propri limiti raggiungendo un’autonomia inimmaginabile”.

Tante le emozioni per i velisti e per tutti i partecipanti. Emozioni così forti che i ragazzi le hanno descritte e impresse in biglietti lasciati al Club Nautico Capodimonte e che diventano patrimonio inestimabile e ricchezza per tutti. Così alcuni giovani velisti: “ Io penso che questo campo di vela è stato molto divertente ed emozionante, mi ha aiutata a capire che la collaborazione è importante”… “ In questi giorni mi sono divertita molto, non mi aspettavo un’esperienza così bella soprattutto con la vela. Grazie”… “ Questa esperienza è stata bellissima, sulla barca si sentono molte emozioni belle. Grazie”… “ Questo corso di vela è stato molto affascinante per niente noioso e tanto interattivo. E’ sicuramente un’esperienza di vita da fare assolutamente, dove si imparano molte cose ( anche in pochi giorni). Le emozioni provate sono diverse ma sono tutte positive e adrenaliniche”… “ Questa prima esperienza con la vela è stata molto bella e interessante. Il Club è molto bello e un giorno spero di tornarci”… “ Avevo molta paura, ma poi ho preso coraggio perché ho visto tutti che lo facevano e mi sono accorto che era una bellissima esperienza e l’ho voluto rifare altre volte”… “ Grazie per questa esperienza, mi sono divertita molto. Mi è piaciuto ogni momento e sempre …attenti al boma!”… “Questa esperienza è stata molto bella. Ho fatto amicizia e ho capito che non sono l’unico e che sono autonomo”.

I pensieri dei ragazzi sono il regalo più grande e prezioso per l’associazione e per tutti gli operatori cui va il mio sincero ringraziamento e l’invito a continuare su questa strada con l’auspicio di poter organizzare nuove edizioni di Campi vela al Club nautico Capodimonte.

Vorrei ringraziare inoltre la Fondazione Carivit per aver ritenuto il progetto meritevole di attenzione e di cofinanziamento e la Croce Rossa Italiana e il suo presidente Sbocchia per la disponibilità e il prezioso supporto all’iniziativa. Un ringraziamento speciale a tutto il Club nautico Capodimonte e al suo Presidente Francesco Gerunzi che insieme all’altro allenatore Junio Rocchi hanno regalato in barca ai nostri ragazzi momenti straordinari ed emozioni indimenticabili.

La felicità dei ragazzi in questi giorni ci obbliga a guardare avanti. L’augurio e l’obiettivo – conclude la Presidente Lina Delle Monache – è che il Vela Camp con Federdiabete possa essere in futuro un appuntamento annuale, perché il Club Nautico Capodimonte è un luogo magico, familiare e inclusivo e un punto di riferimento sul territorio, non solo in campo sportivo ma, anche, nel sociale.