Un vibrante San Francesco ha onorato, domenica pomeriggio, le festività dei Santi Martiri – Comprotettori, con Sant’Egidio della città di Orte – unico spettacolo confermato, dopo che tutti gli eventi erano stati annullati a causa del maltempo, grazie alla disponibilità del Parroco, Don Maurizio Medici, che ha messo a disposizione il Teatro Proba Falconia.

E lo spettacolo – scrive Valeria D’Ubaldo, Consigliere delegato alla Cultura del Comune di Orte – non ha certo deluso: scritto e recitato da Stefano de Majo, con Gustavo Gasperini al violino e Fabrizio Longaroni alla tromba, al pianoforte e voce, “Francesco Allodola di Dio” ha emozionato gli spettatori, ripercorrendo tutte le tappe più importanti della vita del Santo, fino al giorno della sua morte.

In un intenso monologo, in cui le parole si fondono con le note – dal Cantico delle Creature a Fratello Sole Sorella Luna, all’Alleluja di Cohen – Stefano de Majo ha mostrato agli spettatori la grandezza e la modernità di San Francesco e, ricordando l’incontro con il Sultano, la sua attualità in termini di dialogo interreligioso.