«Con nota n.4541 /2020, pubblicata in data 06/08/2020, il sindaco Romoli ha informato i cittadini delle assunzioni in corso presso il comune di Bassano in Teverina e ha precisato  “comunicando tempestivamente alla cittadinanza le iniziative assunte  ed i concorsi pubblici banditi”.

Però, oggi, in tutto questo marasma di assunzioni, il Sindaco – osserva il Gruppo consiliare di minoranza Bassano Di Tutti – ha dimenticato di comunicare alla cittadinanza e a tutti i ragazzi che hanno già partecipato alla selezione, che ha revocato il famoso concorso pubblico di istruttore amministrativo. Questo concorso aveva creato delle aspettative in tanti giovani, anche del paese, che vi hanno partecipato , poi illuse quando è stato sospeso e non si sono avute più notizie, da anni.

Tutto questo con la determina  n.1 del 29/04/2020,  pubblicata ad ottobre. Ci chiediamo perché il Sindaco non l’abbia pubblicata insieme a tutti gli altri documenti. Ha  revocato il concorso regolarmente espletato in gazzetta ufficiale, dove  è stata nominata anche la commissione giudicatrice della procedura e  sono state  svolte le prove scritte. Poi  si è fermato tutto. L’amministrazione negli  atti sostiene di essere stato costretta alla “revoca per sopravvenute ragioni di interesse pubblico, e ai partecipanti non spetta nessun risarcimento”.

IL GRUPPO DI MINORANZA ha chiesto a maggio 2020 DI RIATTIVARE IL CONCORSO RISPETTANDO, COSÌ, LO STUDIO E L’IMPEGNO, ANCHE ECONOMICO, DEI RAGAZZI CHE VI HANNO PARTECIPATO. Purtroppo questo non si è verificato.

Il gruppo consiliare Bassano Di Tutti in più occasioni si è occupato delle assunzioni,  che sono state fatte e che dovranno essere completate al comune di Bassano in Teverina, riscontrando criticità nelle troppe assunzioni part time, nei possibili disservizi che i cittadini riscontrerebbero  quando si  rivolgono al comune di Bassano in Teverina , infatti potrebbero non trovare adeguate e immediate  risposte. Abbiamo inviato per posta pec,  tutta la documentazione ai sindacati coinvolti nella procedura. Continueremo a farlo sperando di attirare anche l’attenzione dell’opinione pubblica».