Daniele Sabatini

REGIONE – “La Giunta Zingaretti sulla norma relativa all’addestramento dei cani da caccia, che porta la mia firma, ha fatto un bel nulla: in virtù di una legge approvata dal Consiglio regionale, vigente dalla sua pubblicazione sul Burl, l’assenza di ulteriori provvedimenti da parte della Giunta sta generando un clima di caos e incertezza che penalizza utenti e un intero settore.

Il Consiglio regionale ha approvato una legge, il governo regionale ha il dovere di applicarla. E’ curioso che Federcaccia si erga ad avvocato difensore della Giunta Zingaretti, invece di tutelare i propri associati, facendosi interprete delle leggi, peraltro con diverse inesattezze: vale la pena ribadire, infatti, che la legge regionale 9, contenente la norma sull’anticipo del periodo per addestrare i cani da caccia, frutto di un mio emendamento, è vigente dal 16 agosto, quando è stata pubblicata sul Burl; è stata votata dal Consiglio regionale e la Giunta Zingaretti ha il dovere di attuarla. Finora non sono pervenuti atti in questa direzione e la nota di Federcaccia appare solo come una excusatio non petita. E’ grave che la Giunta Zingaretti si senta al di sopra della legge, non assumendosi le proprie responsabilità. I cittadini ormai se ne sono accorti e sono pronti a dare il benservito all’arroganza di Zingaretti&co”.

E’ quanto dichiara il consigliere regionale del Lazio, Daniele Sabatini (Federazione della Libertà).

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email