ACQUAPENDENTE – Il Consiglio Comunale di Acquapendente approva all’unanimità la modifica convenzione adesione stazione unica appalto con Comunità Montana Alta Tuscia Laziale. La stessa che disciplinerà la gestione associata dei compiti e delle attività connessi ai servizi ed alle funzioni amministrative in materia di appalti di lavori ed acquisizione di beni e servizi, prevede che l’Ente Comunitario in fase di trasformazione in unione di Comuni montani, sottolinei l’importanza di un coordinamento a denominazione “stazione unica di appalto Alta Tuscia” in grado di organizzare il servizio per conto dei Comuni nel rispetto delle indicazioni programmatico-operative fornite dalla Conferenza dei Sindaci, gestirlo ed organizzarlo con il personale dedicato alla gestione associata anche avvalendosi delle proprie strutture amministrative di supporto, adottare atti e provvedimenti anche organizzativi ritenuti necessari per raggiungere gli obiettivi del servizio stabiliti dalla Conferenza dei Sindaci. La stessa Comunità Montana, infine, è altresì individuata quale unico referente nei confronti della Regione Lazio, sia per l’eventuale assegnazione ed erogazione di incentivi finanziari, sia per i successivi controlli, sia per il recupero degli eventuali finanziamenti in caso di mancata, parziale o diversa realizzazione del progetto di gestione associata del servizio in oggetto. “Esprimo preoccupazione”, sottolinea il Consigliere di minoranza Aldo Bedini in sede di espressione di voto, “per la gestione da parte della Comunità Montana anche in relazione alla gestione dell’attuale servizio associato sui rifiuti”.

Commenta con il tuo account Facebook