«Esattamente un anno fa coniai il termine “variante imprese” per evidenziare i danni all’economia causati da scelte politiche miopi che stavano trascinando il sistema delle Pmi, nello specifico il comparto Horeca, al collasso. Ebbene, a distanza di dodici mesi, la stessa politica non solo non ha trovato risposte ai problemi, ma li ha acuiti, complicando ulteriormente la vita a ristoranti, alberghi, bar, pizzerie, pub e cocktail bar, inventando una pandemia psico-burocratica e negando ogni forma di sostegno. Oggi più di ieri stiamo assistendo a uno stillicidio di fallimenti, alla catastrofe dell’ossatura economica dell’Italia, e i politici – senza distinzioni partitiche – non se ne curano. Sono tutti lì ad applaudire l’orchestrina del Titanic, certi di avere la scialuppa assicurata. Mentre intorno a loro, gli italiani che producono affogano».

Lo ha dichiarato Paolo Bianchini, presidente dell’associazione di categoria MIO Italia, Movimento Imprese Ospitalità.

Articolo precedenteGiampieri (FdI): “Congratulazioni a Riglietti e Paterna, nominati assessore e consigliere a Tarquinia”
Articolo successivoEcosantagata Civita Castellana, il campionato riparte in zona playoff