VITERBO – Una proposta di mozione di sfiducia ad un Sindaco è un esercizio di democrazia. C’è chi poi si arrampica sugli specchi e la vuole far passare per “campagna elettorale”, chi per un “vergognoso attacco” chi per altro, ma sempre esercizio di democrazia rimane, prerogativa dell’opposizione di un comune che giorno dopo giorno, lentamente, vede sparire la propria reputazione di città tranquilla tutta turismo e cultura.

 

E quindi, quando si colpisce un nervo scoperto, saltano i nervi, arrivano in soccorso i difensori d’ufficio, e ci si muove scompostamente. Ma a noi piace ricordare agli smemorati .

 

Ci ricordiamo le parole del capogruppo PD Serra che citiamo “Appena sei mesi fa la consigliera Minchella sottolineava giustamente parlando con il sottoscritto, che Calcagnini gestiva il Pd come fosse casa propria, rilasciando dichiarazioni non concordate con il gruppo consiliare in un momento delicato per l’amministrazione”

 

Dopo tre anni di amministrazione la consigliera da la colpa “alle destre” per fuggire dalla responsabilità di ammettere che la sua maggioranza capitanata dal suo Sindaco non riesce a svolgere un’azione amministrativa degna di questo nome!

 

Parla di TUSCIA EXPO’ come insuccesso della passata amministrazione? Consigliera il presidente di quella società è stato per anni l’attuale assessore DELLI IACONI, lo avete in maggioranza non ricorda? Chieda a lui…

 

E Talete? Ha fatto il Presidente Marco FEDELE perchè piuttosto che trovare un accordo all’interno del suo Democraticissimo Partito, avete preferito lasciare l’incombenza alle destre brutte e cattive, poi l’accordo l’avete trovato, svicolando tra le correnti, ed avete partorito l’era BRUNORI che in poco tempo si è dovuto dimettere dalla guida della società, scivolando tra le correnti… anche questo colpa nostra? Chieda a lui!

 

Parla di voltagabbana lei che nasce renziana e poi si adopera per mantenere lo status quo, ma non era innovativa e rottamatrice? Parla di Voltagabbana? Chieda il significato al suo segretario comunale che nasce giovane socialista, diviene SILVIOFAN in Forza Italia, appoggia la lista Ugo Gigli alle provinciali ed in tempi non sospetti censura il capogruppo di riferimento del PD. Chieda a lui…

 

Tutto molto divertente, anzi, purtroppo, tristemente tragicomico. Consigliera ha visto le strade piene di immondizia? Ha visto lo stato di degrado delle strade stesse? Ha visto lo stato delle nostre scuole? Ha parlato ultimamente con i cittadini di Viterbo? Ha notato cosa succede di notte? O è troppo impegnata a fare il difensore d’ufficio di una maggioranza allo sbando?

 

Useremo ancora le parole di Serra, parafrasandolo “Il momento era delicato ed è rimasto delicato. Per il resto spiegateci cosa è cambiato. Evitate per cortesia, proprio voi, di dettarci la linea”.

 

Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email