VITERBO – “La CGIL sta con il popolo greco: la nota diffusa dalla sede nazionale, per esprimere solidarietà ai lavoratori ai pensionati e cittadini greci, ai quali viene chiesto, dalle Istituzioni internazionali e della UE, di rispettare i vincoli comunitari di bilancio.

 

Viene imposto al Governo greco, di mettere in atto scelte brutali di politica economica e sociale per porre rimedio ad una situazione sicuramente grave, figlia di errori dei precedenti governi, ma anche di quella logica di rigore e dell’austerità che ha peggiorato le condizioni di milioni di persone senza contrastare efficacemente gli effetti devastanti della crisi. Il 5 di luglio saranno i greci a decidere, e successivamente il Parlamento dovrà impegnarsi nel momento che riprenderanno le trattative, certo è che l’esito referendario non sarà di poco conto.

 

Nessuno sa precisamente cosa accadrà in Grecia da qui a pochi giorni, ma l’interrogativo che il Governo Tsipras, ha posto su questa Europa fondata esclusivamente sulla moneta, interroga tutti noi cittadini europei, non è certo il pensiero di chi ha creduto nell’Europa dei popoli della solidarietà, di cui parlava Spinelli, del maggior benessere per tutti, con l’affermazione dei diritti nel rispetto della Costituzione. L’ Europa così com’è, è basata sulla logica dei poteri forti della finanza, dal FMI e dalle banche, a discapito di coloro che sono costretti a subire ormai più che noti.

 

Miranda Perinelli (foto)
Segretario Generale CGIL Viterbo –Civitavecchia-Roma Nord

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email