CIVITA CASTELLANA – L’amministrazione comunale di Civita Castellana informa i cittadini che a partire dal 1 febbraio 2015 ci sarà un adeguamento dei servizi a domanda individuale, dopo una valutazione dei costi medi del servizio negli altri comuni della Provincia e visto il mancato adeguamento dei servizi da oltre dieci anni.

 

Il contributo andrà a coprire solo una parte del costo totale del servizio erogato, per il quale negli ultimi anni è salito molto il tasso di copertura attraverso i fondi di bilancio, sottraendo risorse per altri servizi da offrire alla cittadinanza. I servizi a domanda individuale interessati sono la mensa scolastica, l’asilo nido, l’assistenza domiciliare, i soggiorni estivi per anziani e minori e il centro diurno “Rosa Merlini Frezza”.

 

Per gli utenti del centro diurno “Rosa Merlini Frezza”, che è stato trasferito nella nuova struttura che prevede anche una casa famiglia, è stata introdotta una quota di compartecipazione ai costi del servizio stesso da parte degli utenti che è stata equiparata agli altri servizi scolastici e comprende trasporto, mensa e attività. Il costo dei servizi per la collettività rimane invariato rispetto agli anni precedenti, ciò che cambia è la ripartizione delle spese che, fermo da dieci anni, viene adeguata per i fruitori diretti diminuendo sulla fiscalità pagata da tutti i cittadini e liberando così risorse per altri servizi.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email