“Trasversale Orte-Civitavecchia e linea Roma-Viterbo, due infrastrutture fondamentali per la Tuscia”. Lo afferma il consigliere regionale (Pd) Enrico Panunzi, che, l’8 luglio, parteciperà a un tavolo con Anas per la superstrada e, il 9 luglio, incontrerà l’assessore regionale alla mobilità Mauro Alessandri, insieme ai sindaci dei comuni interessati dalla Roma nord, per discutere dei disagi derivanti dalle prescrizioni in tema di sicurezza introdotte, dal primo luglio, dall’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, e illustrare le iniziative messe in campo dalla Regione Lazio. “Lunedì si terrà una riunione per fare il punto della situazione sulla trasversale – prosegue Panunzi -. Martedì, con l’assessore Alessandri e i sindaci, si valuteranno le ipotesi di un protocollo per il monitoraggio costante degli interventi sulla linea e di un piano integrato per ridurre al minimo i disagi dei pendolari, con particolare attenzione per gli studenti, alla riapertura delle scuole”. Su 22 corse coinvolte dai cambiamenti, 10 sono sostituite con un servizio autobus. “Ricordo che la giunta Polverini  annullò il bando di gara sull’attuazione del raddoppio – sottolinea il consigliere regionale -. Una scelta, cui la giunta Zingaretti ha posto rimedio, stanziando risorse concrete per interventi strutturali, per rendere la Roma Nord una linea moderna in linea con gli standard richiesti”. Sono oltre 370 milioni di euro i fondi per progetti da realizzare o in corso d’opera. “Per il futuro c’è la possibilità di dire addio ad Atac e cambiare il gestore della linea – conclude Panunzi -. Sono in corso delle valutazioni. Occorrono, secondo me, decisioni nette”.
Commenta con il tuo account Facebook