“Il raddoppio della tassa di soggiorno è un balzello indecente che ha voluto la giunta Arena e che mette in difficoltà gli operatori turistici di una città straordinaria come Viterbo”. Lo scrive in una nota il segretario del Pd Lazio Bruno Astorre. “Hanno ragione gli operatori del settore e senza dubbio coglie nel segno l’invito di Federalberghi che, con spirito costruttivo, chiede un tavolo di confronto e coinvolgimento. Viterbo – conclude Astorre – è un patrimonio unico che va valorizzato e una nuova tassa non è uno strumento intelligente”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email