VITERBO – Nei giorni scorsi si è svolto un incontro tra il direttivo politico de La Mia Tuscia e quello del Movimento civico Viterbo che Lavora, per concretizzare ed ufficializzare la fusione tra i due movimenti civici a cui si lavorava da tempo.

 

Il presidente de La Mia Tuscia Renzo Poleggi ed il coordinatore di Viterbo che Lavora Ugo Biribicchi sono concordi nel dichiarare che “questa fusione vuole anche essere un chiaro segnale alle altre forze di centro e del centro-destra affinchè in futuro si evitino le frammentazioni che alle ultime Amministrative del 2013 hanno creato disorientamento fra gli elettori di centro e di centro-destra e la relativa sconfitta elettorale. L’auspicio è quello che si vada verso un ricompattamento, superando individualismi e vecchie ruggini, per presentarsi alle prossime Amministrative con un programma serio, semplice ed attuabile, e soprattutto condiviso”.

Commenta con il tuo account Facebook