Il Senatore Umberto Fusco, l’Assessore del comune di Viterbo con Delega all’Agricoltura – Servizi Informatici ed Innovazione Tecnologica Affari Generali ed Amministrativi- Finanziamenti Comunitari, Ludovica Salcini e il Senatore Giorgio Maria Bergesio della Commissione permanente Agricoltura e produzione agroalimentare nonché membro della Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, hanno incontrato la stampa e i cittadini di Viterbo.

 

Il Senatore Fusco ha comunicato con enfasi che la raccolta firme per l’ultima iniziativa della Lega è stata un grande successo.

 

Con la raccolta firme la popolazione chiede lo Stop ai vitalizi, per opporsi al ripristino del vitalizio per i Parlamentari; lo Stop alle cartelle Equitalia, per opporsi all’invio nel prossimo periodo di oltre 8 milioni di cartelle esattoriali da parte dell’Agenzia delle Entrate nei confronti di cittadini e imprese, proponendo una “Pace Fiscale” tramite il saldo e stralcio di tutte le posizioni aperte col Fisco; lo Stop alla sanatoria dei clandestini, per opporsi alla maxi-sanatoria dei clandestini e alla modifica dei decreti sicurezza voluti da Matteo Salvini.

 

Il Senatore ha ringraziato tutti i cittadini che sono andati ai gazebo per sostenere l’iniziativa e che, ancora una volta, hanno dimostrato la propria fiducia nella Lega.

 

“Si è trattato – ha proseguito Fusco – per noi della Lega di Viterbo e della Tuscia di un passaggio che segna il ritorno tra la gente dopo lo stop causato dal Coronavirus.

Con i gazebo è stata anche rilanciata la campagna di tesseramento interrotta a causa del Covid-19. Contiamo di avere una grande partecipazione e ringrazio militanti e volontari che hanno deciso di contribuire alla causa della Lega ed al successo delle giornate di raccolta firme”.

 

L’assessore Salcini ha messo in evidenza come nella Tuscia, partendo da Viterbo, sia necessario un rilancio dell’agricoltura e dell’indotto. Gli ha fatto eco Caporossi che ha voluto insistere sul fatto che le iniziative del Governo non sono state per nulla indirizzate alla valorizzazione di un settore importante e necessario come quello agricolo.

 

A conclusione Bergesio, dopo una attenta e approfondita analisi sull’agricoltura locale e nazionale, ha definito necessari interventi per il comparto, a cui si stanno avvicinando numerosi giovani, con iniziative di sostengo.

Ilarità e applausi del pubblico sono arrivati quando il Senatore ha evidenziato l’iniziativa del ministro Bellanova che non ha dato, a tutt’oggi, nessun risultato positivo.

“Gli agricoltori italiani – ha concluso il Senatore – sono persone serie e nulla hanno a che fare con il caporalato”.