VITERBO – Torna venerdì 15 e sabato 16 maggio il teatro integrato di Eta Beta: appuntamento a Viterbo presso l’auditorium dell’Università della Tuscia (ore 21) con “Compro parole”, per la regia di Sandro Nardi. “Le parole hanno un senso profondo nella nostra vita – spiega il regista – anche quelle che pronunciamo spesso senza pensare, distrattamente, mentre stiamo pensando a qualcos’altro e non abbiamo voglia di scegliere il termine corretto.

 

Le parole, e meglio ancora il modo in cui escono dalla nostra bocca, riescono ad esplicitare il nostro stato d’animo: si capiscono moltissime cose dell’umore di una persona solamente ascoltando come vengono dette”.

 

Continua il regista: “Le parole evocano immagini, proiettano scenari, attivano i nostri pensieri. Ma a volte le parole sono buttate al vento; non capite, non ascoltate, sprecate, quante parole ci mancano, che non sono state mai dette; e poi ci sono parole che feriscono come lame, che spaventano… ma soprattutto parole, parole, che non servono più e le seppellisci in fondo all’anima. La compagnia di Eta Beta si riappropria delle parole, in un gioco surreale utilizzando un percorso drammaturgico, a volte impegnato, a volte scanzonato e ironico per invitarci in un viaggio fatto a scale, dove si scende e si sale per vedere il mondo dall’alto e trovare una nuova prospettiva, ed esprimersi con le parole e se le parole non verranno saremo pronti a comprarle”.

 

Quello del teatro integrato è un progetto curato dall’Unità operativa complessa di Neuropsichiatria infantile della Ausl di Viterbo diretta dal dottor Marco Marcelli e realizzato in collaborazione con l’associazione Eta Beta onlus, presieduta da Aurelio Cozzani e con la Cooperativa sociale “Gli anni in tasca”. Un ruolo attivo è stato volto dal vice presidente Pietro Di Bella e da Paola Pinna, che ha collaborato per la realizzazione. Il gruppo educativo, coordinato da Gianpietro Brizi, è composto dagli educatori Martina Balletti, Mara Bitti. Paola Maggi, Orlando Meloni, Annalisa Pieri, Susi Ostarello, Nadia Capocccion, Claudia Barillà ed Elena Petti. Progetto e regia di Sandro Nardi, aiuto regia Amanda Mallia, assistente alla regia è Elisabetta Mattielli. Disegno luci: Filippo Marocchi (Staff di Terni). Questi gli attori: Chiara Avanzato, Giulia Bizzarri, Chiara Calore, Silvano Carpinelli, Ada Ceesay, Michele Dona ti, Adriana Floris, Marta Lippi, Samantha La Rosa, Francesco Fersini, Enrico Giannisi, Roberto Ricci, Matteo Ridolfi, Giorgia Rocchetti, Federico Sangiusti, Stefano Segatori, Daniele Silvestri, Stefano Vagnoni, Ilaria Veralli, Arianna Villetti.

Commenta con il tuo account Facebook