VITERBO – Si è svolta mercoledì, presso la Caserma “Cosenz”, alla presenza del Comandante della Brigata Paracadutisti Folgore, Generale Giovanni Maria IANNUCCI, la “Festa del 185° Reggimento”. Numerose le Autorità militari e civili intervenute tra le quali il primo cittadino di Bracciano, i rappresentanti dei sindaci delle città di Tarquinia, Viterbo e Livorno e le rispettive sezioni Anpdi. Nell’occasione, è avvenuta la consegna della Sciabola, appartenuta al primo Comandante di Reggimento del dopoguerra, Generale Antonino Giampietro, all’attuale Comandante, Colonnello Ettore GAGLIARDI, quale simbolo di condivisione di valori e tradizioni tra generazioni di Artiglieri Paracadutisti.

 

Nella mattinata, a premessa, in una sobria cerimonia militare, a cui hanno preso parte il Sindaco di Bracciano, Signor Giuliano SALA ed il Comandante dell’Artiglieria e Ispettore dell’Arma di Artiglieria, Generale di Divisione Giovanni Domenico PINTUS, è stata deposta in piazza IV Novembre una corona in onore ai Caduti. La “Folgore” celebra così il ritorno nel Lazio, dove storicamente risiedono le fondamenta del paracadutismo italiano. I “Diavoli Gialli” vogliono in questo modo consolidare la vicinanza della Brigata Paracadutisti alla cittadinanza e cementare un forte ed indissolubile legame con il territorio e la regione nella quale sono nati.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email