Questa mattina presso il Comando Provinciale dei Carabinieri a Viterbo è stata celebrata la ricorrenza del 205° anniversario dell’Arma dei Carabinieri.

Alle 11 ha avuto luogo la cerimonia istituzionale si è tenuta come di consueto con gli onori al Prefetto Bruno che ha passato in rassegna un picchetto d’Onore accompagnato dal comandante Colonnello Palma, dopo di che è stata schierata una compagnia di formazione composta dai Carabinieri impegnati nelle varie sezioni.

Poi la prima fase della manifestazione si è conclusa con lo schieramento delle rappresentanze delle associazioni combattentistiche e d’Arma ed i Gonfaloni di moltissimi comuni della Tuscia.

Toccante il momento del ricordo di un militare deceduto e la cerimonia dell’alza bandiera con tutti i presenti che hanno cantato l’inno d’Italia. Dopo la lettura dei messaggi del Capo dello Stato e del Comandante generale dell’Arma il Colonnello Palma ha tracciato le linee del lavoro svolto nei 12 mesi sottolineando la soddisfazione della cattura dell’assassino del commerciante Fedeli.

Poi il prefetto ha consegnato attestati ai militari di Montalto di Castro che hanno scongiurato una tragedia con sprezzo del pericolo intervenendo tempestivamente sul luogo dove si era verificato un incendio pericolosissimo nei pressi di un contenitore di gas. Riconoscimenti sono stati consegnati a vario titolo a diversi carabinieri dal procuratore della Repubblica Paolo Auriemma e dal Sindaco di Viterbo Giovanni Arena.

 

Commenta con il tuo account Facebook