Coronavirus

«Stiamo vivendo i giorni più difficili dalla fine della Seconda Guerra Mondiale e gli ultimi dati forniti dalla Protezione Civile Nazionale sono oggettivamente preoccupanti per il nostro futuro.

Nell’odierna situazione di grande emergenza, il Partito Democratico di Ronciglione intende fare da cassa di risonanza alle raccomandazioni formulate dalle nostre Istituzioni Nazionali, in primis a quella che invita la popolazione a voler evitare di uscire di casa se non per gravi esigenze lavorative o comunque per situazioni di estrema necessità o di salute.

Dobbiamo tutti essere consapevoli che solo adeguandoci alle direttive governative riusciremo ad evitare il peggio ed in tal senso ribadiamo l’esortazione alla cittadinanza a restare nelle proprie abitazioni consci che essa rappresenta la migliore forma di tutela per tutti noi non fosse altro perché in Cina tale misura di sicurezza ha dato ottimi risultati ai fini della cessazione del contagio così come confermato da tutti i mezzi di informazione.

Ognuno di noi si deve sentire responsabile oltre che di sé stesso anche dei suoi cari e di tutta la sua comunità.

Quanto alle nostre Istituzioni Locali, ci permettiamo di suggerire al Sindaco, senza alcuna vena polemica oggi inevitabilmente fuori luogo, una serie di ulteriori iniziative – rispetto a quelle già in essere – che crediamo potrebbero essere disposte in tempi ragionevolmente rapidi:

1) sospensione del pagamento dei parcheggi nel centro storico almeno fino al venir meno dell’emergenza;

2) sospensione del pagamento dei tributi comunali sempre fino al venir meno dell’emergenza e comunque compatibilmente con l’odierna situazione di cassa;

3) sospensione delle attività di recupero da parte dell’Agente della Riscossione dei Tributi Comunali (Step S.r.l.) fino al venir meno dell’emergenza;

4) sanificazione immediata del Palazzo Comunale ed in primis dei Locali dei Vigili Urbani oggi in prima linea nell’emergenza;

5) reitera della sanificazione delle strade del paese, ivi incluse quelle dei comprensori privati;

6) costante sanificazione dei mezzi utilizzati dagli operatori ecologici per la raccolta giornaliera dei rifiuti;

7) calendarizzazione a breve termine dell’attività di sanificazione nelle scuole di ogni ordine e grado, nell’asilo nido, nella biblioteca e nei Centri Sportivi Comunali in vista della loro riapertura che si spera possa avvenire in tempi quanto mai brevi perché ciò significherebbe la ripresa della normale vita quotidiana;

8) chiusura al pubblico del Cimitero Comunale la cui operatività dovrebbe essere limitata alle sole sepolture;

9) chiusura totale del parco pubblico (foto odierne dimostrano la presenza di folti gruppi di ragazzi noncuranti dell’emergenza sanitaria);

10) acquisto di Kit di sicurezza per i Vigili Urbani, per gli Operatori Ecologici e per i Commercianti oggi operanti quali esercenti servizi di pubblica necessità e per gli avventori dei loro negozi: quindi mascherine sicure e certificate nonché presidi disinfettanti la cui produzione si potrebbe nell’immediato richiedere anche ai locali farmacisti quali preparati galenici;

11) diffusione a mezzo socials di una newsletter quotidiana di informazione alla cittadinanza (in tal senso dovrebbero essere usati anche i due totem da ultimo installati dal Comune proprio a fini informativi);

12) informatizzazione e digitalizzazione, nei limiti del possibile, dei servizi offerti da alcuni uffici comunali (Ufficio Tecnico, Anagrafe, UMA, Servizi Sociali);

13) da ultimo, ma non per importanza, un costante e rigido controllo del territorio comunale da parte delle Forze di Polizia al fine di evitare violazioni di sorta, se necessario da punire anche severamente.

Uniti, ma soprattutto rispettosi delle normative di contrasto alla diffusione della pandemia, NOI SICURAMENTE CE LA FAREMO. ANDRA’ TUTTO BENE».

Così scrivono il Segretario del Circolo PD di Ronciglione, Marco Bondini, e il Capogruppo Consiliare PD, Alessandro Giovagnoli.