RONCIGLIONE – I giovani del Liceo Scientifico di Ronciglione hanno ricordato ai cittadini di Ronciglione la Giornata della Memoria.

Terminata la riunione presso la sala del Collegio molto partecipata sui temi della SHOAH, partendo da Corso Umberto I, in corteo, gli studenti del Liceo Scientifico di Ronciglione e l’Amministrazione comunale hanno deposto una corona di alloro all’ingresso del Vicolo del Ghetto, in memoria dello sterminio degli ebrei, che la furia nazista ha commesso e le leggi razziali del fascismo hanno permesso con la deportazione degli ebrei italiani.

Molti anni sono trascorsi da allora e aver ricordato con gli studenti tale evento va a titolo di merito della scuola di Ronciglione e dei professori che li hanno accompagnati nell’apprendimento. E’ la prima volta che a Ronciglione ciò si verifica e siamo stati contenti nel vedere giovani che, con serietà e compostezza, hanno dedicato il loro pensiero a ciò che furono le deportazioni nei campi di concentramento e lo sterminio di uomini, donne e bambini.

Gli studenti del Liceo Scientifico, accompagnati dal Prof. Massimo Chiodi, assessore comunale alla Cultura, hanno offerto alla città di Ronciglione un momento esaltante e hanno anche a noi cittadini proposto il ricordo e l’insegnamento che ne deriva.

Prima fra tutti l’esigenza della convivenza pacifica tra tutti gli uomini.

Ancora oggi, nonostante le vicende storiche, c’è chi nega la SHOAH.

Ancora oggi, c’è chi alimenta odio verso altri esseri umani, colpevoli di cercare una vita dignitosa.

Ancora oggi, c’è chi fa differenza tra il colore della pelle e parla di razza bianca da preservare, dando seguito alle teorie della razza pura, come fecero i nazisti con la razza ariana.

Purtroppo, non vogliono comprendere che tutti gli uomini, siano bianchi, neri, gialli o rossi, fanno parte dell’unica razza esistente sulla terra, quella umana e che i nazionalismi hanno solo procurato guerre fratricide.

L’insegnamento oggi lo hanno dato a noi cittadini gli studenti del Liceo Scientifico, partecipando attivamente all’assemblea e al corteo silenzioso, rotto solo dal lungo applauso al termine della manifestazione.

Una gioventù che, spesso a torto, riteniamo poco attenta alla storia e ai fatti che accadono nel mondo, ha dato invece prova di aver compreso a pieno la realtà del momento storico che si sta vivendo.

Coloro che parlano alla pancia della gente e che ancora pensano di alzare muri, di costruire barriere, per vivere nelle loro torri d’avorio, non ci riusciranno.

I giovani del Liceo Scientifico di Ronciglione, oggi, hanno parlato alle nostre menti e dimostrato di voler conservare i valori sanciti dalla Costituzione della Repubblica Italiana, nata dalla Resistenza tanti anni fa e di volere un futuro migliore per tutta l’umanità. Oggi abbiamo appreso, con soddisfazione, che sapranno contrastare la edificazione di barriere artificiose, gli estremismi, le oppressioni. I giovani sono per un futuro fatto di ricerca della uguaglianza sociale, di solidarietà, di pace, di fraternità”.

Raimondo Chiricozzi

Commenta con il tuo account Facebook