RONCIGLIONE – “Il nostro Ospedale Sant’Anna rischiava la chiusura e l’unico modo che avevamo come Amministrazione responsabile per non perdere ogni servizio era la trasformazione in Casa della Salute.

Lo hanno ribadito a chiare lettere anche il Direttore delle Cure Primarie della Asl Giuseppe Cimarello e il Direttore Generale della Asl Daniela Donetti durante la loro visita nella struttura di lunedì scorso, tracciando le linee guida che prevedono, tra l’altro, uno sforzo importante sul reparto di Medicina Sportiva, rendendo la nuova struttura centro specializzato in grado di essere riferimento anche per Roma.

Saranno attivati anche i reparti di dermatologia, oculistica e chirurgia del ginocchio, a riprova dell’altro grande risultato ottenuto: mantenere in funzione le nostre sale operatorie. Oltre il potenziamento degli ambulatori ed un Polo Infermieristico.

Il tutto realizzabile anche grazie al finanziamento di € 1.100.000 per la ristrutturazione della nuova Casa della Salute. Risultati importanti che permetteranno con certezza di mantenere la struttura del Sant’Anna ancora operativa ed a disposizione dei cittadini di Ronciglione”.