ACQUAPENDENTE – L’esperienza della Riserva Naturale Monte Rufeno nell’ambito del progetto Mediterranean Experience of Ecoutourism approderà Lunedì 7 Dicembre al Parlamento Europeo di Bruxelles nell’ambito della conferenza per la Carta Europea per il Turismo Sostenibile.

 

“La Riserva Naturale Monte Rufeno”, sottolinea Stefania Petrosillo che per l’occasione curerà la cerimonia di premiazione 2015 dei nuovi parchi europei che aderiranno alla Carta, “fa parte integrante di una iniziativa finanziata dal Programma europeo ENPI-CBC Mediterranean basin, in cui Federparchi Europarc Italia è capofila di una sorta di partenariato di nove istituzioni, ognuna responsabile della politica di conservazione dell’ambiente nel rispettivo paese.

 

Le attività hanno avuto inizio a Gennaio 2013 e sono terminate nel mese di Ottobre. Hanno coinvolto 10 paesi del Mediterraneo: Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Italia, Giordania, Libano, Malta, Spagna, Tunisia, in ognuno dei quali sono state sviluppate azioni pilota per creare una nuova offerta di fruizione sostenibile per lo sviluppo delle economie locali”. La relazione sull’esperienza nel comparto ambientale aquesiano prevista alle ore 15.45 è solo uno dei numerosi “step realazione” di una Cerimonia che verrà introdotta a partire dalle ore 14.00 da Igor Soltes, Therese Comodini Cachia e Ignace Schops, Presidente della Federazione Europarc. Alle ore 14.30 avverrà la premiazione dei nuovi parchi che entrano ufficialmente nella Cets: Parc naturel regional de Briere (Francia), Parque Nacional Maritimo-Terrestre de las Islas Atlanticas de Galicia (Spagna), Parco Nazionale delle Domiti Bellunesi (Italia), Matsalu National Parck (Estonia), Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna (Italia), Parque Natural de los Valles Occidentales (Spagna), Parc naturel regionale du Luberon (Francia), Parque Nacionale Peneda Geres (Portogallo) e Parque Natural do Alvao (Portogallo), Rede de Espacos de Excelencia Ambiental do Alto Minho (Portogallo), Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino (Italia), Montana Palentina (Spagna), Parco Nazionale e Area Marina Protetta delle Cinque Terra (Italia), Kornati National Park Public Institution (Croazia), Parque Natural de Posets –Maladeta (Spagna), Parque Natural do Doruro Internacional (Portogallo), Parque Natural de Montesigno (Portogallo).

 

Dopo l’intervento di Vito Sousa e la trattazione dell’esperienza Riserva Naturale Monte Rufeno, a partire dalle ore 16.00 verranno premiati i Parchi che rinnovano la Cets: Parc naturel regional del volcans d’Auvergne (Francia) e Parc naturel regional du Pilat (Francia). Alle ore 16.10 Nicola Notaro della Commissione Europea – Capo Unità Natura – Direzione Generale per l’Ambiente tratterà tematiche relative a turismo e biodiversità: i benefici per la natura, i benefici per le persone, l’approccio della Commissione Europea. Alle ore 16.20 Vittorio Alessandro Presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre presenterà il valore aggiunto della Cets nel parco nazionale ligure. Alle 16.50 si concluderà l’intenso pomeriggio con le conclusioni del Presidente della Federazione Europarc Ignace Schops.

Commenta con il tuo account Facebook