Presentato nella Sala Benedetti della Provincia di Viterbo il progetto “Partenariati comunali per l’emergenza epidemiologica COVID-19” che verrà realizzato in Cameroun, nei 6 comuni del Dipartimento della Menoua: Dschang, Fokoué, Fongo-Tongo, Santchou, Penka Michel, Nkong-zhem.

A presenziare l’evento il Sindaco Antonio Porri di Vasanello, che è comune capofila del progetto, assieme a Pietro Nocchi, Presidente della Provincia di Viterbo che è partner per l’area progettuale e strategica. Insieme a loro la consigliera provinciale Lina Delle Monache, il Prof. Vittorio Colizzi dell’Università di Tor Vergata, Giulia Cappelli del CNR, la viceambasciatrice del Camerun Margaret Ayike, Filippo Scammacca del Murgo della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo al Ministero degli Esteri, l’architetto Elisa Fochetti che ha presentato i punti cardine del progetto.

Un progetto dal valore complessivo di € 1.080.000 finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo con un contributo di € 852.830, il restante 20% viene fornito attraverso le risorse di personale amministrativo a disposizione degli enti proponenti. Tra i partner del progetto si trovano il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Eurobiopark Cameroun (Università di Tor Vergata) e le ONG SYCOME e PIPAD.

Questo progetto rientra tra gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile “Agenda 2030” introdotti dall’AICS e si inserisce in un quadro di interventi già in corso in Cameroun dal 2010 attraverso un partenariato territoriale tra Comune di Vasanello/Provincia di Viterbo ed il Dipartimento del Menoua nel Cameroun occidentale. L’obiettivo principale è quello di rafforzare la capacità di pianificazione e intervento comunale per una più efficace risposta alle emergenze, in particolare a quella sanitaria del COVID-19”.

Il raggiungimento dei risultati attesi passa attraverso tre direttrici fondamentali: rendere le città e gli insediamenti urbani inclusivi, sicuri e sostenibili; garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutte le età; garantire la disponibilità e la gestione sostenibile di acqua e servizi igienici per tutti.

“Un progetto importante al quale la Provincia ha voluto partecipare con convinzione. “– ha commentato il Presidente Nocchi introducendo la conferenza stampa – “Il Sindaco Antonio Porri ci ha presentato il progetto con passione raccontandoci tutto il percorso che ha portato Vasanello ad avere uno scambio culturale così stretto con il Cameroun.”

“Questa ulteriore partecipazione della Provincia” – continua Nocchi – “serve anche da stimolo per ribadire il concetto di casa dei comuni che promuoviamo da sempre. Un ente che dialoga con i comuni non solo per gli ambiti di strade, scuole e ambiente, ma che è anche partner strategico per quanto riguarda la progettazione. Approfitto per ringraziare già da ora la consigliera Lina Delle Monache che si occuperà del coordinamento del progetto e manterrà attivo il dialogo tra i partner.”

Dal canto suo il Sindaco Porri di Vasanello ringrazia la Provincia di Viterbo “perché da soli non sarebbe stato possibile arrivare a questo finanziamento, il loro apporto è stato fondamentale.”

Porri sottolinea come l’importante finanziamento rientra tra i 5 progetti finanziati in tutta Italia, ma che è anche frutto di 20 anni di cooperazione attiva tra Vasanello ed il Cameroun, con un gemellaggio tra il paese della provincia ed il comune di Dschang, oltre ad aver istituito la prima Casa della Cultura Camerunense in Italia.

Il Sindaco Porri ha voluto ricordare il Prof. Martin Sobze, amico e collaboratore instancabile del Comune di Vasanello in tutti i progetti di Cooperazione tra Vasanello e Dschang, tra l’Italia e il Camerun, venuto a mancare da pochi giorni a causa del Covid-19.  Il nuovo progetto viene dedicato a lui ed a Mauro Manassei, dipendente del Comune di Vasanello.

In questa fase epidemiologica complessa questo progetto si inserisce all’interno di una volontà costante di cooperazione e scambio culturale tra i paesi, per accrescere la comunicazione e la consapevolezza sull’emergenza sanitaria e fornire il supporto necessario alla popolazione.