VITERBO – “Anche quest’anno, dopo il presepe napoletano del XVIII secolo esposto nel 2016, la chiesa della Trinità di Viterbo ospita un presepe proveniente dal cuore dell’Italia meridionale, illustre per i suoi presepisti che nei secoli hanno perfezionato la loro maestria e hanno messo l’arte a servizio della comunicazione della Fede nell’Incarnazione del Figlio di Dio. Di fronte al presepe dei maestri Giovanni e Giuseppe da Trani si resta incantati e affiorano alle labbra le parole di sant’Alfonso Maria de’ Liguori autore del canto natalizio Quanno nascette Ninno dal quale deriva il nostro Tu scendi dalle stelle.

Nella pienezza dei tempi, per dare una risposta alla ricerca di senso dell’uomo di ogni tempo, sulle rovine dell’impero che ha governato il mondo con la potenza, nasce il Figlio di Dio, avvolto in umili panni, per manifestarsi all’uomo e per rivestirlo della sua divinità”. Il presepe di quest’anno è stato realizzato sempre in stile napoletano, con statuine in stile  leccese”.

Paolo Graziotti 
Parrocchia Santissima Trinità
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email