VITERBO – “Dopo aver reso omaggio a gennaio, tra i primi in Italia, al nuovo anno che è stato dedicato al “Cibo Italiano”, il Club Enogastronomico Viterbese continua questo 2018 rendendo ossequio ad uno dei padri della cucina italiana che recentemente ci ha lasciato, lasciandoci però in eredità la unificazione della nostra gastronomia.

Come la nostra Penisola nel XIX secolo era un insieme di piccoli Stati e bisognerà attendere il 1861 per divenire una Nazione, così la cucina italiana radicata e divisa nel suo regionalismo è ora un tutt’uno con il suo marchio di “made in Italy”, conosciuta in tutto il mondo ed ovviamente copiata come tutte le cose belle.

E questo sdoganamento della cucina regionale lo dobbiamo al grande Gualtiero Marchesi che con Pellegrino Artusi, nel secolo precedente, è stato il fondatore di quella che è considerata la migliore cucina al mondo per qualità e varietà.

Sabato 24 febbraio presso il ristorante “L’Antico Casale”, si renderà omaggio al grande Maestro con una carrellata di primi piatti tra i quali il famoso Riso allo zafferano con lamina d’oro e il Raviolo aperto”.

Aldo Quadrani
Presidente Club Enogastronomico Viterbese

Commenta con il tuo account Facebook