Peter Erskine

 

VITERBO – Il Cinema Lux di viale Trento a Viterbo, grazie alla collaborazione tra la gestione e l’ Art Republic Foundation Studio “apre” all’arte e la cultura offrendo alla città un nuovo contenitore culturale.

Alcuni eventi di spessore internazionale sono stati annunciati da Dalila Corsini per conto della gestione del Lux, e da Michele Villetti tra i fondatori di Repubblica delle Arti. Si tratta di un progetto di ampio respiro che ha come obiettivo il coinvolgimento dell’intera città. Dalila Corsini ha sintetizzato l’importante attività svolta nel corso dell’ultimo anno presso lo storico locale di viale Trento tra cui la proiezione di film sulla grande arte, una rassegna dedicata ad opere di registi ed attori indipendenti con pellicole non facilmente reperibili, la collaborazione con il Tuscia Film Festival; la proiezione di pellicole in lingua originale in collaborazione con il Lab Language di Viterbo e una rassegna di film di Alberto Sordi.

Numerosi gli impegni per la prossima stagione. Villetti, dal canto suo, ha illustrato programmi e prospettive sorte dalla collaborazione tra il Lux e la Repubblica delle Arti.

Due gli appuntamenti di grande spessore previsti a breve:

Il 21 luglio (ore 21,30) un reportage della spedizione in Antartide con Bruno Pagnanelli, uno dei personaggi più attivi sul palcoscenico social viterbese. 
Impiegato per la seconda volta come responsabile operativo della spedizione italiana nell’ambito del Progetto Nazionale di Ricerca in Antartide (PNRA) ha avuto un sorprendente seguito di pubblico grazie ai suoi diari, scritti, non senza difficoltà, dal fondo del mondo.

Si parlerà di preparazione, di addestramento, di record degli e negli estremi, di animali, di clima, di difficoltà percepite e reali e di tutto quello che non si dice e che fa paura.

Il 1° agosto masterclass con Peter Erskine, batterista statunitense di musica jazz. Dotato di straordinaria tecnica e versatilità musicale, è uno dei batteristi più apprezzati e famosi del mondo. Ha militato nei Weather Report per quattro anni, registrando 5 dischi. Dopo questa esperienza ha iniziato a suonare con Mike Brecker, Mike Mainieri, Don Grolnick e Eddie Gomez degli Steps Ahead. Peter Erskine è presente in oltre 600 dischi. Ha vinto ben 7 primi posti al sondaggio di ‘Modern Drummer Reader’ nella categoria Mainstream Jazz Drummer, ed ha ricevuto un dottorato onorario di musica al Berklee College of Music.

Sarà al Lux alle 14 e la sera si esibirà alla Casa del Jazz di Roma.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email