VITERBO – Proseguono i festeggiamenti in onore della piccola Santa. Giovedì 7 settembre alle 21:00 è la volta dei racconti sotto la Macchina “I ragazzi del ’67”, con la partecipazione dei facchini di allora che, insieme alla Banda del Racconto, rievocheranno le sensazioni vissute durante quel complesso trasporto del 1967 quando Volo d’Angeli, alla sua prima uscita, dovette arrestare la marcia su via Cavour, non potendo proseguire verso la Basilica.

Un appuntamento che vuole coinvolgere tutta la città, in particolar modo tutti coloro che hanno un ricordo legato alla Macchina Santa Rosa e a quel fatidico anno. Sabato 9 settembre, il costruttore di Gloria, Vincenzo Fiorillo, offrirà -a partire dalle 20:30- la Fagiolata sotto la Macchina, per ammirare ancora una volta tutti insieme lo splendore e la grazia di “Gloria” illuminata. Dedicata alla nostra Santa sarà pure la passeggiata del ciclo “Viterbo la città delle donne”, racconti itineranti promossi dal Comune di Viterbo e dal Distretto dell’Etruria Meridionale e curati della Banda del Racconto; l’appuntamento è per le ore 21:00 a piazza San Sisto con “Rosina la Santa Giovinetta”, passeggiata che vede la partecipazione straordinaria del presidente del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa Massimo Mecarini.

Nelle serate di Venerdì 8 e lunedì 11 settembre, la Pro loco di Viterbo, grazie alla disponibilità delle suore Alcantarine del Monastero, darà l’opportunità di visitare alcune zone restaurate della Basilica, abitualmente chiuse al pubblico (per info segreteria@prolocoviterbo.it – 393 3232478). Mercoledì 13 settembre alle 21:00, presso la Basilica, sarà il concerto “Viterbo saluta Gloria” (a cura dell’Unione musicale viterbese diretta da Don Roberto Bracaccini) a concludere questa settimana ricca di eventi che scatenano le emozioni legate a Santa Rosa e rinsaldano il grande senso di comunità che, di anno in anno, ai suoi piedi si rinnova.

Commenta con il tuo account Facebook