RONCIGLIONE – Coriandoli tra i sanpietrini del centro storico restano a testimonianza di un Carnevale della Notte che a Ronciglione ha raggiunto presenze e partecipazione popolare come mai prima; una città che ha visto tanta gente protagonista dei corsi mascherati, dei balli e del divertimento in una tradizione che da ben 318 edizioni si è imposta all’attenzione in tutta Italia, grazie all’operato di Pro Loco e Comune.

 

Nella giornata di ieri due momenti, in particolare, hanno evidenziato con emozione sentita e partecipata, il clima del Carnevale di Ronciglione: la video-istallazione che Alessandro Vettori ha realizzato per l’associazione “Amici del Palio” e le scuderie e il successo crescente del Carnevale della Notte, con la collaborazione del Forum dei Giovani.

 

Sin dal pomeriggio tutta la piazza è stata col naso all’insù a sognare e rivivere le corse a vuoto, attraverso le suggestive immagini proiettate sui muri dei palazzi del centro che hanno emozionato la cittadina che non vuole dimenticare l’evento unico che l’ha caratterizzata: la corsa dei barberi, i cavalli senza fantino della tradizione della Roma rinascimentale e che è pronta, nel rispetto della normativa, a ripeterla. Le corse a vuoto, nella storia di Ronciglione, hanno avuto un importantissimo ruolo aggregativo, sociale ed economico, una cultura popolare che si è tramandata e che proprio durante il Carnevale esprimeva l’animata e viva partecipazione delle scuderie per offrire uno spettacolo rimasto unico.

 

Di questa forza autentica del Carnevale ronciglionese ne è stato consapevole proprio Alessandro Vettori l’autore dell’ istallazione sulle corse che, a conclusione della sua performance, si è detto commosso per l’accoglienza e la partecipazione che ha unito tutti, riconoscendo anche l’emozione e il desiderio di immergersi , poi, nella grande creatività del Carnevale della Notte.

 

In serata, quindi, entusiasmo ancora maggiore al Carnevale della Notte: qui, nell’orario e nella libertà propria dei giovani si sono visti lavori importanti, realizzazioni grandiose e originali, capaci di interpretare un quotidiano “Jurassic Park” o un Parlamento che improvvisamente a mezzanotte apre un dibattito in piazza!

 

Qui si è vista l’ironia della maschera della donna di casa, dei personaggi che la società di solito ci impone e su cui non siamo capaci di porci criticamente (se non in periodo carnevalesco); qui tutto diventa ironia e spirito critico, divertimento e protagonismo o forse il luogo da cui potremmo prendere tante dritte per riprendere a vivere la nostra quotidianità a Carnevale concluso.

 

Domenica Corso di Gala preceduto dalla parata degli Ussari, accompagnati dalla Fanfara dell’8° Reggimento Lancieri di Montebello poi, Lunedì 16 Febbraio sarà la giornata carnevalesca dei Nasi Rossi, senz’altro la maschera più tipica di Ronciglione, che riproporranno in piazza l’ironia irriverente e gioiosa caratteristica di tutto il Carnevale cittadino .
E tutto questo, comunque, non sarà che un preludio per la giornata di Martedì 17 febbraio, conclusiva del Carnevale di Ronciglione, sempre così ricco di spunti, emozioni, proposte che non si limitano, però, al periodo carnevalesco ma guardano oltre, affinché una città tanto vitale possa sempre più proporsi come importante luogo di incontro culturale e turistico.

 

carnevale notte 1

 

istall.2

Commenta con il tuo account Facebook