FABRICA DI ROMA – Da una proposta dell’A.N.P.S. – Associazione Nazionale Polizia di Stato- di Fabrica di Roma, e raccolta da alcune Questure, di far svolgere in classe da rappresentanti delle varie specialità della Polizia lezioni su atteggiamenti poco virtuosi dei giovani studenti e scolari di primo livello, sta riscuotendo il successo meritato per diversi motivi.

 

Che partono dalla necessità di portare in classe la preparazione civica, se non proprio, cultura, indispensabile per garantire a tutti doveri e diritti. Non bisogna dimenticare, ed è bene che i giovani lo sappiano che ogni nostro diritto, o libertà, finisce dove incominciano i diritti e i doveri degli altri. Su questo basilare concetto del vivere civile, focalizzato nei due termini: Doveri e diritti è stata la lezione, oltremodo originale, tenuta dal sostituto commissario Claudio Patara (foto) della Questura di Viterbo  il quale non ha avuto il tono cattedratico d’impartire, ma ha voluto sondare fin dove i giovani discenti potevano arrivare con le loro conoscenze di comportamento legale e di osservanza delle regole e di rispetto per il prossimo. Dall’ atteggiamento del Commissario Patara, ne è uscita, almeno da parte dei giovani, la consapevolezza della disconoscenza di tutto l’apparato che regola il consorzio umano. Un vero domanda e risposta ai molti dubbi e incertezze palesate dai giovani.

 

Oggi, all’ombra di fatti sconvolgenti, di atteggiamenti da parte dei giovani, fuori binario e confuso per spiritosaggine è l’atteggiamento chiamato “Bullismo”. E proprio sulla prepotenza di alcuni a danno di altri coetanei apparentemente più fragili, e proprio di questo la prossima settimana si parlerà nella scuola elementare intitolata a Corrado Alvaro di Vallerano.

 

Nestore

 

DSCN9130

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email