ORTE – Si terrà a Terni dal 21 al 24 settembre la Seconda Mobilità Internazionale di Atleti e Trainers del progetto STEP ONE – Sport Traditions Educate Players Of New Europe, che vede il Comitato Territoriale UISP di Terni impegnato nel Programma Erasmus+ Sport insieme all’associazione Varkapitany Lovagi Torna (Ungheria), la Fondazione IRSIE (Polonia), il Gruppo Comunale di Danza Tradizionale di Deryneia (Cipro) e il comune di Nafplio (Grecia) a altre associazioni Italiane: la squadra di calcio amatoriale Hortae Pediludium 2014 D.P.F.C. e gli Sbandieratori delle Sette Contrade di Orte.

Il progetto intende creare nuove opportunità per la mobilità degli atleti, favorire lo scambio di buone prassi a livello Europeo per l’internazionalizzazione delle pratiche sportive a livello amatoriale, garantire scambio intergenerazionale tra sport tradizionali e sport amatoriali e promuovere la Settimana Europea dello Sport.

Lo Scambio Internazionale si sovrapporrà in parte alla Settimana Europea dello Sport 2018 e sarà volto a scambiare buone pratiche in merito alla promozione dello “Sport per Tutti” nelle Nazioni Europee partner nel progetto. Non mancheranno attività formative in merito alla “Good governance in amateurial sports”, esercitazioni nei giochi tradizionali e di bandiera e un torneo di calcio amatoriale.

Nel corso delle esercitazioni saranno coinvolte le scuole della città di Terni, permettendo una disseminazione del progetto STEP ONE e dei giochi tradizionali presso i più giovani. L’evento si tiene inoltre nel corso dell’anno di celebrazione dei 70 anni dalla fondazione sia della UISP Nazionale che del Comitato Territoriale di Terni.

“La UISP ed il programma Erasmus+ Sport hanno in comune l’obiettivo di promuovere lo “Sport per Tutti” come forma di crescita personale e integrazione sociale” ha dichiarato il Presidente del Comitato Territoriale UISP di Terni Giuliano Todisco: “Il progetto STEP ONE permette alla nostra organizzazione di mostrare in Europa le buone pratiche costruite nei 70 anni di lavoro e di migliorarci grazie all’incontro con realtà internazionali”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email