DERUTA BASKET – SORIANO VIRUS 37-81

Non è ancora Natale, anche se le vetrine e i centri commerciali ci dicono il contrario, ma questi Soriano Virus non hanno temuto di risultare anacronistici e hanno servito un poker vestito, calando la quarta vittoria in altrettante apparizioni al tavolo da gioco di questo girone umbro di Promozione. Gli avversari questa volta erano i padroni di casa del Deruta Basket reduci dalla serie D della passata stagione, ma di fronte a questa versione dei Virus ben poche squadre avrebbero potuto reggere il colpo, probabilmente nessuna delle pari categoria.

Si parte con i soliti noti a dettare legge, sotto alle plance con quella coppia di fatto Giachini-Milani che già mezza umbria invidia, e aldilà dell’arco con la potenza di fuoco e la sapienza cestistica del duo Rossi-Baliva. Il parziale del primo quarto recita un comunque non definitivo 11-17, ma sarà la frazione più equilibrata dell’intero match. La banda di coach Brunetti non si ferma infatti ai primi quattro o cinque nomi, ma si articola su una panchina profonda e dalla quale si può sempre pescare senza paura di restare a mani vuote: Cima e Trotto arpionano rimbalzi come ciliege fuori stagione, Isidori sembra tornato quello di qualche lustro fa, ognuno trova il modo di portare il suo secchio d’acqua e la partita scivola veloce: 19-41 all’intervallo.

Il secondo tempo è già momento di esperimenti in casa Virus e le rotazioni cambiano, dando fiato a chi ha tirato la carretta per questo primo poker di partite, e dando invece la possibilità di mettere più benzina nel motore a chi ha avuto meno chances . Gli ultimi minuti arrivano e mentre sulle tribune si pensa già a prenotare la cena in un locale della zona, coach Brunetti trova anche il modo di scongelare dalla panchina Catalani, il presidente/giocatore, ormai più presidente che giocatore, che trova comunque il tempo e il modo per metterne due e griffare il referto.

Il tabellone alla fine recita 37-81 per gli ospiti, negli occhi restano molte giocate di qualità, ma perdonerete l’inguaribile romanticismo di chi vi scrive, se l’immagine che decide di regalarvi è quella di un Isidori tornato quello dei vecchi tempi, non tanto per i 12 punti in una partita di certo non proibitiva, ma quanto per aver avuto la possibilità di assistere di nuovo a quel rilascio di palla vellutato e morbido che per anni ha deliziato gli spettatori minors di mezza Lazio e Umbria. Sugli spalti c’è chi giura di aver visto un tiro simile solo a Pete Maravich… e non poteva che essere Paolo “Pistol Pete” Isidori a fermarsi per la consueta intervista di fine gara: “Sono contento di essere tornato in doppia cifra, anche se la partita è stata in discesa fin dall’inizio… Speriamo di ripeterci anche nelle partite che dovremo affrontare da qui in poi, saranno le più difficili, perché tutti vorranno battere la prima della classe!”.

Il cammino finora trionfale del quintetto cimino proverà a sbaragliare la resistenza anche del prossimo avversario per mantenere la vetta della classifica e continuare a sognare la serie D: la ASD Flyers Passignano arriverà infatti al palazzetto di Viale Ernesto Monaci domenica 24 novembre, palla a due alle ore 17.00, con diretta dalla pagina facebook Soriano Virus Basket.

TABELLINI

DERUTA: Bitocchi 5, Luzi 3, Boni 1, Paccoia 6, Lamincia 7, Lixi 4, Temperoni 2, Barone, Angeloni 2, Masperone, Lattuga 2, Boukhal 5.

SORIANO VIRUS: Catalani 2, Damiani 5, Rossi 11, Giachini 18, Baliva 11, Cima 2, Milani 6, Isidori 12, Porrone 8, Balestro 4, Trotto 2. Coach: Brunetti