La Viterbese riceve l'applauso dei propri tifosi

VITERBO – (M.C.) Mano pesante del giudice sportivo nei confronti della Viterbese. Il club gialloblù sarà infatti costretto a giocare la prossima partita interna contro il Terracina (22 marzo) a porte chiuse “per aver i suoi sostenitori lanciato sul terreno di gioco due fumogeni; fatto esplodere nel settore loro riservato due “bombe carta”. Sanzione così determinata sia in considerazione della idoneità del materiale pirotecnico utilizzato a cagionare danni alla integrità fisica dei presenti, sia in considerazione della recidiva, anche specifica, per i fatti di cui ai C.U. nº 99,71,68,51,31,23. ( R A – R CdC ).”

 

Al club della Palazzina è stata inoltre comminata un’ammenda di 2000,00 euro. Per quanto riguarda i giocatori, infine, Gimmelli e Saraniti sono stati fermati per un turno, il primo per l’espulsione rimediata contro il Sora, il secondo per recidività in ammonizione. Entrambi salteranno dunque la trasferta di domenica prossima sul campo dell’Astrea.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email