E’ stata sospesa per nebbia dopo 55 minuti di gioco la partita tra Catanzaro Viterbese, match del Girone C iniziato alle ore 15:00 e che era sul punteggio di 0-0.

L’arbitro e i giocatori hanno atteso più di mezz’ora un miglioramento delle condizioni meteorologiche restando sul terreno di gioco, ma si sono dovuti arrendere ad una visibilità praticamente inesistente. Una partita che nel primo tempo era stata molto equilibrata con il Catanzaro pronto a comandare il gioco, ma la Viterbese molto attenta in difesa e insidiosa nelle ripartenze con Palermo che ha avuto due buone chance nel primo quarto d’ora sprecate non inquadrando la porta da ottima posizione.

La squadra dell’ex Calabro si era resa pericolosa solo con i calci di piazzati e i colpi di testa di Martinelli e Riccardi finiti fuori di poco. Poi l’ingresso in scena della nebbia già alla mezz’ora del primo tempo e nella ripresa giusto il tempo di un’accelerata di Di Massimo fermato da Daga prima della sospensione dopo nove minuti con la visibilità da porta a porta ormai compromessa. Ora resta da definire la data del recupero, ricordando che con l’emergenza Covid per non vanificare l’esito dei tamponi effettuati nei giorni scorsi bisognerebbe rigiocare entro 24 o 48 ore.