Incisivo quando entra, rendimento assicurato nelle ultime due gare da titolare. E’ stato uno degli ultimi arrivati in casa Monterosi ma Francesco Marianeschi si sta rivelando una pedina preziosa nello scacchiere di metà campo di David D’Antoni.

Il centrocampista classe 1989 ritorna sulla bella prestazione di Foligno che però non ha consentito ai biancorossi di portare a casa l’intera posta in palio: “Analizzando la gara ieri col mister ci siamo resi conto della grande mole di lavoro espressa che però va migliorata negli ultimi quindici metri. Però soprattutto in questo periodo del campionato sarebbe bene vedere il bicchiere mezzo pieno e considerare il punto di vantaggio conquistato sulla seconda”.

Il rigore sbagliato da Sciamanna ha lasciato un po’ l’amaro in bocca ma Marianeschi rincuora il compagno: “Jacopo ha fatto una grandissima partita domenica con l’assist a Persichini ed il palo ad inizio ripresa. I rigori li sbaglia chi li tira”.
Domenica arriva al Martoni il Tuttocuoio che fino a qualche settimana era additata da tutti come la squadra più debole del girone e che dopo il cambio tecnico ha portato a casa sei punti in quattro giornate. Marianeschi non si fida dei toscani: “Mi sembra di aver capito che si stanno sistemando, hanno preso un ragazzo in attacco come Pedalino che è stato mio compagno in passato. E’ la classica partita da affrontare con la massima concentrazione per non avere brutte sorprese”.

Due gare da titolare, Marianeschi si sta ritagliando il suo spazio: “Questa è una rosa piena di bravi ragazzi sia in campo che fuori ma soprattutto forti, anche tra i giovani. Giocare gratifica di più il lavoro settimanale, questo è ovvio, però sai che mentre giochi ci sono in panchina altre persone che meriterebbero di giocare. E durante la stagione ci sarà spazio per tutti”.

Commenta con il tuo account Facebook