Dopo quasi due ore e mezza di autentica battaglia, con la Maury’s Com Cavi Tuscania che si era portata due volte in vantaggio con i set e sembrava poter chiudere l’incontro, ad aggiudicarsi il tie-break è invece l’Aurispa Libellula Lecce a cui va il merito di non aver mai mollato nonostante i due parziali persi. i ragazzi di Fabrizio Grezio riescono a mantenere alta la concentrazione e a restare in partita soprattutto nel quarto set grazie ad un muro/difesa davvero efficace e un attacco a volte davvero incontenibile.

“Sapevamo che sarebbe stata una gara equilibrata e così è stato -è il commento a caldo di Sandro Passaro. Lecce è una squadra ambiziosa come la nostra. Peccato perché avanti 2 a 1 nel quarto potevamo anche chiudere 3 a 1 per noi. Dovevamo essere più concreti in alcune situazioni quando avevamo la palla in mano noi, purtroppo in quel set una palla ha fatto la differenza, peccato perché stavamo esprimendo davvero un gran bel gioco”.

“Nel quinto set -conclude il coach bianco azzurro- tanto merito ad Alessano che ha difeso nella prima parte palloni importanti, creandosi subito un buon vantaggio. La stagione è ancora lunga è questa gara arricchirà di molto il nostro bagaglio in termini di esperienza”.

AURISPA LIBELLULA LECCE – MAURY’S COM CAVI TUSCANIA 3/2

(26/28 – 25/19 – 21/25 – 27/25 – 15/7)

Durata: ’34, ’28, ’35, ’40, ’15

Aurispa Libellula Lecce: Vinti 15, Fortes 2, Kindgard 4, Corrado 27, Cappio (L), Rau 10, Casaro 19, Maccarone 8, D’Alba, Giaffreda (L), Lucarelli, Persichino, Melcarne. All. Grezio. Ass. Marte.

Maury’s Com Cavi Tuscania: Stamegna, Marsili (cap) 3, Menichetti, Della Rosa, Boswinkel 30, Catinelli, Rossatti 16, Mariani, Ceccobello 3, Quagliozzi, Marinelli 17, Quarta 7, Turri Prosperi (L). All.: Passaro. II All.: Barbanti, Ass.: Perez Moreno

Arbitri: Walter Stancati, Alessandro Pietro Cavalieri