VITERBO – Anche quest’anno è la Stella Azzurra Viterbo ad aggiudicarsi il tradizionale Memorial Ugo Rotelli, giunto ormai alla sua quarta edizione. Una partita da subito in salita per i ragazzi di casa, causa una partenza al rallentatore nella quale i biancostellati faticano ad esprimere il loro gioco migliore, andando a sbattere su una ordinata difesa tirrenica e su una maggiore dinamicità degli avversari.

Buono l’impatto di Price, coadiuvato da Pebole e De Gregorio, ma Civitavecchia si affida ad uno straripante Hankerson che recupera palloni e rimbalzi dimostrando di avere dalla sua anche ottime mani, presentandosi subito con 11 punti a referto che portano i rossoneri sul 21-13 al termine della prima frazione.

Fanciullo mischia un po’ le carte anche se deve fare a meno della presenza pesantissima di Rogani, aggravata dalle concomitanti assenze di Navarra e Berto che portano al minimo le rotazioni in attacco dei suoi. Ma Baldelli e soprattutto un eccellente Casanova, positivissimo in difesa e preciso al tiro, cominciano ad arginare gli attacchi avversari, mentre Rubinetti aggiusta la mira e mette a referto 9 dei 13 punti dei suoi che chiudono però metà gara sul – 11 (26-37).

Il coach chiede alla squadra maggiore aggressività in difesa ed una circolazione della palla più rapida. La Stella cerca di ricucire lo strappo con 4 tiri da fuori l’arco a bersaglio (Pebole, Meroi 2 Casanova), ma Civitavecchia reagisce con Gianvincenzi e Spada e con il solito Hankerson che realizza altri 10 punti fondamentali per l’economia del risultato.

Si va all’ultima frazione con lo stesso svantaggio di fine terzo periodo e la Stella sembra dover soccombere alla fisicità dei ragazzi di De Maria. Ma l’Ortoetruria gioca dieci minuti di grandissima intensità e di notevole precisione al tiro, mentre una difesa asfissiante fa segnare con il contagocce Campogiani e compagni. De Gregorio infila in un paio di minuti due bombe ed una penetrazione e Rubinetti impatta a 57 con una tripla siderale.

Civitavecchia sbaglia una conclusione da sotto, la Stella butta al vento un contropiede e
Campogiani riporta a +2 i suoi, Ma è Rubinetti show con un’altra tripla che dà il primo vantaggio della partita ai viterbesi. Un Hankerson mai domo risponde con due jumper di notevole bellezza, ma è ancora Rubinetti (11 punti consecutivi) a bruciare la retina con una penetrazione rapidissima, su assist eccellente di De Gregorio e tiro aggiuntivo. 50” secondi alla sirena finale. Pebole realizza il +1 con un canestro pesantissimo, ma a mezzo giro di lancette dalla fine Zivkovic inventa un gioco da tre e porta ancora avanti I rossoneri (68-67). Ultimo pallone per la Stella e fallo su Price. L’americano biancoblu non sbaglia dalla carità ed è nuovo vantaggio per Viterbo a 6” dalla fine. Rimessa ospite e difesa aggressiva sulla quale si infrange il loro ultimo tentativo. Sirena finale e vittoria per la Stella
(69-68) tra gli applausi del numeroso pubblico presente al PalaMalè.

Una bella partita, combattuta ed a tratti ben giocata da entrambe le squadre. Superiore Civitavecchia nei primi 20′, ma molto meglio la Stella fino alla fine.
Due squadre certo ancora in fase di rodaggio, ma che hanno fatto vedere buone cose sia sul piano del gioco che su quello individuale. MVP dell’incontro Hankerson, premiato come miglior giocatore del torneo. Nella Stella molto positive le prestazioni di Casanova e Rubinetti.

Lunedì di riposo, settimana di allenamento e poi altro torneo nel fine settimana, questa volta a casa della Cestistica, presenti anche due delle migliori squadre del prossimo campionato: Frascati e Petriana. Ma intanto ci si gode il primo trofeo dell’anno da mettere in bacheca.