La Flaminia Civita Castellana ha blindato la difesa e trovato un nuovo campo per gli allenamenti. La società rossoblù ha trovato l’accordo con il difensore centrale Marco De Vito, classe 1991, che ha giocato nella precedente stagione in serie C con la Lucchese.

L’intesa tra il giocatore che era svincolato e la società è avvenuto ieri nella sede di via Minio, dopo un incontro con il presidente Francesco Bravini, il diesse Stefano Scardala. Subito dopo De Vito si è messo a disposizione del mister Federico Nofri e ha svolto il primo allenamento con la sua nuova squadra al Madami.

“Ho scelto questa società tra le tante richieste che mi sono arrivate – ha detto il giocatore della squadra civitonica – perché l’ho ritenuta la meglio organizzata sotto ogni punto di vista,  che ha progetti chiari ed è guidata da persone competenti. Mi sono trovato subito a mio agio anche con il tecnico”.      

De Vito ha un fisico da granatiere è alto 191 ed  in carriera ha giocato prevalentemente in serie  C, dove ha indossato anche le casacche, oltre a quelle della società toscana,  di Monopoli, Reggina, Mezzocorona e Rimini. In D  conta esperienze con il Villafranca Veronese, il Marsala 1912, e la Folgore Caratese. Si porta in dote anche una buona  esperienza internazionale poiché ha giocato una stagione  la NK Imotski (Serie B croata) e due con il Dukla (Serie A slovacca) dove ha collezionato 34 presenze.
“Lo riteniamo un elemento di grande esperienza – ha detto Scardala – che piò fare il caso nostro, alza  di sicuro l’asticella del nostro reparto difensivo”.  

Per quanto riguarda le uscite l’attaccante Luca Fondi, da qualche giorno si è trasferito all’Ottavia.

Risolto in parte anche il problema del campo di allenamento. Il comune di Nepi ha messo a disposizione della società rossoblù il campo del Mercante Nuovo che potrà essere utilizzato per tre giorni a settimana in maniera alternata la formazione maggiore e la Juniores Nazionale. “ Un doveroso ringraziamento – ha sottolineato il presidente Francesco Bravini – all’amministrazione comunale nepesina e al  sindaco Franco Vita che ci hanno  concesso questo spazio che ci permette di allenarci su un campo idoneo per la nostra categoria, nella speranza di averlo a disposizione quanto prima anche nella nostra città”.