VITERBO – Domenica 24 giugno nella bellissima location del lago del Corlo in provincia di Belluno la coppia Morucci Gianni/Damiani Andrea appartenente all’associazione pesca sportiva Lago di Vico si è aggiudicata il titolo di campioni d’Italia nella disciplina pesca spinning ai predatori da natante.

Il duo che ormai è da anni alla ribalta delle gare organizzate dalla F.I.P.S.A.S. e già campione italiano nel 2015 e vice nel 2016 è riuscita a sbaragliare gli avversari con 2 prove maiuscole la prima si è svolta nel lago di vico dove i due hanno letteralmente stravinto con una pescata da record composta da 17 lucci e 7 persici reali mentre la scorsa domenica nonostante affrontavano un lago praticamente a loro sconosciuto sono riusciti ad ottenere un ottimo secondo posto portando in barca 3 lucci 2 lucci perca e 1 persico reale conquistando così il gradino più alto del podio con 3 penalità con un punteggio totale di 91673 punti

Con la vittoria del campionato italiano Morucci/Damiani si sono aggiudicati il diritto di far parte della nazionale italiana al campionato del mondo che si svolgerà a fine settembre in Inghilterra, per la coppia è la terza partecipazione dopo il 2015 in Estonia dove si sono aggiudicati la medaglia d’argento a squadre e il 2016 in Irlanda dove si sono aggiudicati un ottimo quarto posto individuale

Complimenti anche alla coppia Grazziotti Andrea/Ferretti Marco che hanno chiuso al quarto posto conquistando così l’accesso al club azzurro che si terrà a fine luglio nel lago di bilancino e sarà una gara di due giorni che servirà a proclamare la seconda imbarcazione che andrà in nazionale mentre l’ultima barca che andrà a comporre la squadra definitiva sarà scelta dal commissario tecnico.

Un riconoscimento anche a Male Matteo, Aquilani Gianluca,Maspero Davide,Valeri Marco,Stella Alessio e Cancelli Manuel che formavano altri 3 equipaggi in gara dell’associazione pesca sportiva lago di vico.

Ora un po’ di meritato riposo poi sotto con la preparazione ai prossimi impegni stagionali con l’intento questa volta di raggiungere il gradino più alto ma del podio iridato.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email