VIGNANELLO – L’euforia c’è, ed è palpabile con mano da parte del nuovo presidente del Vi.Va. calcio Luigi Palladino (foto), a un mese dalla sua nomina avvenuta dopo le dimissioni del predecessore. E Palladino, che ancor prima d’esser dirigente è sportivo praticante, è talmente calato nella parte che il 3 agosto si aggregherà alla prima squadra, allenata da Gianni Patrizi, per allenarsi con chi difenderà i colori del club nella prossima stagione. Lo farà, come spiega egli stesso, “per integrarsi con i ragazzi”.

 

Si aspettava un ambiente simile, per quel che riguarda il mondo dei cosiddetti dilettanti del calcio?
“In realtà no, lo immaginavo molto più semplice. Non manca certo la burocrazia, le documentazioni da presentare a volte sembrano senza soluzione di continuità. In ogni caso, sono affascinato dopo questo inizio”.

 

Prima squadra, secondo anno di Promozione. Cosa si aspetta?
“Sicuramente un miglioramento rispetto alla scorsa stagione, quando già al termine del girone d’andata si era delineata la classifica con la nostra squadra ben assestata nel centroclassifica. Quest’anno? Beh, il sogno dice di avvicinarsi, dalla decima piazza dello scorso anno… chessò… magari arrivare al quinto, sesto posto. Ma, ripeto, è un sogno, e come tale deve restare”.

 

Quali sono invece le attese per il settore giovanile?
“Juniores, allievi e giovanissimi poche settimane fa hanno centrato i playoff, la sensazione è che si miglioreranno ulteriormente. Soprattutto, in casa Vi.Va., puntiamo alla crescita dei piccoli, cercando di insegnare oltre al calcio, il rispetto delle regole e degli avversari”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email