È prevista una grande festa di Sport venerdì 25 novembre, alle ore 15, allo Stadio Olimpico di Roma.

Il CNS Libertas, l’ente di promozione sportiva nato nel dopoguerra per volontà di Alcide De Gasperi, ha deciso di organizzare una grande mobilitazione che è arrivata, numeri aggiornati, a oltre tremila partecipanti, tra atleti e appassionati.

Sarà un’occasione per premiare con due riconoscimenti unici e prestigiosi, la medaglia d’oro e il certificato di eccellenza, i campioni Libertas, cioè i primi classificati nei Campionati Nazionali dell’ente, ma anche per generare un grande momento collettivo di promozione sportiva.

“Le premiazioni non sono tutto – sottolinea il presidente nazionale del CNS LIbertas, Andrea Pantano – Con questa iniziativa vogliamo dimostrare quanta energia e buona volontà c’è oggi nel mondo sportivo e quanto desiderio ha il nostro Ente di lavorare fianco a fianco con le istituzioni e con il nuovo Governo per imprimere uno scatto fortissimo a un sistema la cui importanza, anzitutto sociale, si è resa evidente in questi ultimi anni soprattutto, ma che affronta ogni giorno difficoltà importanti”.

L’evento ha l’obiettivo di offrire un tributo pubblico non soltanto agli atleti, ma anche a chi sostiene e promuove l’attività sportiva durante tutto l’anno e in ogni contesto, con sacrificio ed impegno, rimarcando i valori Libertas e dando evidenza al fatto che davvero lo sport è cura per le nostre comunità.  

A premiare i campioni Libertas ci sarà il Ministro allo Sport Andrea Abodi, il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli, che, insieme a Pantano, manifesteranno gratitudine e riconoscenza agli atleti.

Testimoni d’eccezioni dell’evento saranno le medaglie olimpiche Federica Cesarini, vincitrice della medaglia d’oro a Tokyo 2020 nel canottaggio, il nuotatore Lorenzo Zazzeri, medaglia d’argento nella staffetta 4×100 e Manuel Frigo medaglia d’argento nella staffetta 4×100 stile libero, durante la medesima manifestazione

Il Centro Provinciale  Libertas di Viterbo sarà presente alla manifestazione con merito di diverse atleti di varie discipline che hanno diritto tale riconoscimento accompagnati dai propri genitori e tecnici.

Articolo precedenteIeri il convegno in occasione del 25esimo anniversario della fondazione della sede di AISM Viterbo
Articolo successivo“Interconnettiamoci… ma con la testa” service nazionale LCI giunge a Tarquinia: protagonisti oltre 200 studenti dell’IISS V. Cardarelli