TUSCANIA – Quarta giornata di Pool A, nell’anticipo del venerdì sera al PalaParenti di Santa Croce sull’Arno, i padroni di casa della Kemal Lamipel hanno ospitato i biancazzurri della Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania. Un match importante in chiave classifica in quanto le due formazioni erano a pari punti. Numerosi i tifosi laziali accorsi per sostenere la propria squadra.

Coach Totire schiera Elia, Colli, Acquarone, Wagner, Benaglia, Magnani e libero Taliani. Coach Montagnani risponde con il sestetto tipico Pedron, Mochalski, Piscopo, Festi, Cernic, Shavrak e libero Bonami.

CRONACA

Parte bene il match per Tuscania che si porta subito avanti, un vantaggio avrebbe potuto essere più consistente se solo gli attacchi in primo tempo fossero stati più incisivi, pesanti gli errori di Piscopo e Festi ad inizio match. Il Vantaggio dura fino a metà set quando i padroni di casa con un lungo turno al servizio di Colli prima pareggiano, a quota 16, e poi sorpassano mettendo in crisi il cambio palla laziale, fino a portarsi sul 23-17. Un ace di Cernic sembra voler far scuotere i biancazzurri che tentano il recupero ma nulla possono contro l’opposto pisano che firma il punto del set point, 24-19. Il parziale si chiude con fallo in palleggio della Maury’s, 25-19. Protagonisti del set i due posti quattro, Hage e Cernic.

Secondo set fotocopia del primo, parte bene la squadra di Montagnani ma ben presto si fa recuperare. L’equilibrio fra le due formazioni rimane fino al 17 pari, in questa fase i due opposti non riescono proprio ad ingranare, con un Wagner stranamente poco incisivo nel match, se ne accorge il tecnico di casa Totire che inserisce il secondo palleggiatore Ciulli. Questo riesce a mettere in moto il bomber brasiliano e nello sprint finale sono i padroni di casa ad avere più energie e chiudono il parziale 25-21.

Nel terzo set i biancorossi tentano di chiudere la pratica ma i biancazzurri non mollano e grazie ad una prestazione corale ed anche la crescita di Mochalski portano Tuscania a lottare per allungare la partita. A metà set, coach Montagnani butta nella mischia Calonico che immediatamente lo premia con due muri sull’opposto di conciario. I biancazzurri annullano prima un match point e poi trascinano i padroni di casa al quarto set, 25-27.

Quarto set equilibrato, le due formazioni sanno di dover dare il tutto per tutto, chi per vincere e chi per portare avanti il match e giocarsi la vittoria al tie-break. Un doppio ace di Hage sembra indirizzare la partita sui binari di Santa Croce ma Shavrak risponde parimenti con due ace e riporta di nuovo il set in equilibrio. L’ingresso di Tamburo che prima batte e poi difende il primo tempo di Calonico, propizia il 22-20, ma la nuova parità viene conquistata da un contrattacco millimetrico di Cernic. La tensione fa sbagliare la battuta prima a Piscopo e poi ad Acquarone entrato appositamente per battere sul match point, 24-24. Sul 25 pari si decide il match quando l’ennesimo mani e fuori in contrattacco giocato da Cernic gli carambola sfortunatamente addosso e chiude Wagner con un muro su Shavrak, 27-25

DURATA: 29′, 27′, 36′, 36′; tot: 128′.

ARBITRI: Prati, Sabia.

Kemas Lamipel Santa Croce – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 3-1 (25-19, 25-21, 25-27, 27-25)

Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 2, Colli 9, Benaglia 3, Pereira Da Silva 25, Magnani Hage 21, Elia 8, Andreini (L), Taliani (L), Ciulli 2, Zonca 1, Tamburo 0, Miscione 0. N.E. Polidori. All. Totire.

Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania: Pedron 2, Shavrak 21, Piscopo 4, Mochalski 12, Cernic 20, Festi 7, Sorgente (L), Cro’ 0, Calonico 1, Bonami (L), Buzzelli 0, Della Rosa 0. N.E. Seveglievich. All. Montagnani.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email